The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Donne e mezzi di comunicazione, Corecom: informazione marcatamente maschile

L’Aquila. In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne è stato presentato il Global Media Monitoring Project, il più ampio e longevo progetto di monitoraggio e advocacy sulle donne nei mezzi d’informazione. uomo donnaIn concomitanza con il GMMP, l’Osservatorio di Pavia ha realizzato, grazie al contributo dei Corecom Abruzzo, Lazio e Toscana, la II edizione del GLocal Media Monitoring Project, un progetto focalizzato sulla rappresentanza e la rappresentazione delle donne nei telegiornali delle tv locali. I risultati del monitoraggio locale mostrano anch’essi un profilo dell’informazione marcatamente maschile. Le donne newsmaker o fonti sono solo il 19%: 21% nelle notizie del Lazio, 20% in quelle della Toscana e solo il 9% in quelle abruzzesi. Sono soprattutto le notizie di politica ed economia a marginalizzare le donne (8% nel primo caso e 14% nel secondo). E il ruolo dell’esperto: solo nel 17% dei casi ricoperto da una donna. Come rilevato anche su scala nazionale e globale, le donne superano più facilmente la soglia di notiziabilità in quanto vittime o sopravvissute: fenomeno che finisce per coltivare un’immagine femminile di debolezza, non abbastanza bilanciata dalla esigua visibilità di donne forti, autorevoli, competenti, con ruoli attivi e rilevanti nella società. “Si tratta di risultati non confortanti – afferma Filippo Lucci, presidente del Corecom – che confermano la scelta del Comitato di rafforzare, nello svolgimento della missione propria, lo sforzo e l’attenzione su tali tematiche”. Il GMMP è promosso e coordinato dalla World Association of Christian Communication. In Italia ha coinvolto 8 Atenei (Bologna, Calabria, Genova, Padova, Roma La Sapienza, Roma Tre, Torino, Trento). L’impegno del Corecom – conclude Lucci – si concretizzerà “con una serie di appuntamenti pubblici che coinvolgeranno tutti i portatori di interessi, pubblici e privati, in cui si avrà modo di approfondire lo studio prodotto dall’Osservatorio di Pavia per il Corecom Abruzzo”.