The news is by your side.

Dpcm, tutte le novità: stretta alle gare sportive, in allenamento arriva lo stop alle “partitelle”

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha illustrato il nuovo dpcm varato per contrastare la recrudescenza di covid. “La strategia non è e non può essere la stessa della primavera: in questi mesi abbiamo lavorato intensamente. Io”, ha detto il premier Conte nel corso della conferenza stampa, “ho avvertito presidenti di Camera e Senato e i leader dell’opposizione che stavo per firmare questo Dpcm: contemporaneamente ho avvertito anche presidenti Camera e Senato che andrò in Parlamento martedì o mercoledì”.

Tante le novità, dalla didattica a distanza, tema caldo di questi giorni, alle zone rosse. Ma l’attenzione è puntata anche sullo sport.

Dal premier arriva la stretta alle gare, e in allenamento lo stop alle “partitelle”. Sì a partite e gare sportive a livello regionale e nazionale per professionisti e dilettanti. No agli allenamenti di squadra, a partite e “partitelle”. E’ la stretta che il nuovo dpcm impone agli sport di contatto. Sono vietati del tutto infatti, a quanto spiegano fonti di governo, quelli svolti a livello amatoriale e arriva il divieto anche per le gare dilettantistiche a livello provinciale. Ma è possibile, per chi pratichi uno sport come il basket, il calcio o la pallavolo, nell’ambito di una società sportiva, continuare ad allenarsi a livello individuale e fare allenamenti con i compagni di squadra evitando però il contatto e dunque di fare “partitelle” o sessioni di gioco con gli altri.