The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

E’ in prognosi riservata con gravi ustioni su tutto il corpo la donna scampata al rogo dell’auto, domani autopsia per padre e figlia

ospedalePescara. E’ ancora in prognosi riservata, con ustioni sul 45 per cento del corpo, Ena Pietrangelo, la donna che ieri ha inutilmente tentato di salvare la figlioletta morta nel rogo dell’auto appiccato dal papa’ della bimba. Gli uomini della Squadra mobile locale, diretti da Pierfrancesco Muriana, attendono di sentire la donna, ricoverata nella capitale: la sua testimonianza e’ fondamentale per ricostruire quanto accaduto ieri pomeriggio in via Lago di Chiusi, quando Gianfranco Di Zio ha incontrato la sua ex compagna e la piccola Neyda per poi dare fuoco a se stesso e alla piccola. Sara’ eseguita domani dal medico legale, Ildo Polidoro, l’autopsia sui corpi di Gianfranco Di Zio e la figlioletta Neyda. L’incarico sara’ conferito domani mattina, alle 9.30, dal pm del Tribunale di Pescara, Andrea Papalia. L’esame autoptico e’ necessario anche per il riconoscimento scientifico dei corpi.