The news is by your side.
10M
10D

E’ emergenza idrica nelle province di Pescara e Teramo, erogazione sospesa per lavori di riparazione

Teramo. Un’estate nel segno della crisi idrica quella che si registra in Val Vibrata dove la rottura dell’adduttrice Pozzobon rischia di aggravare i problemi di carenza di acqua che già si registrano a causa della siccità, delle alte temperature e degli aumentati consumi. A comunicare la rottura, nella serata di ieri, dell’adduttrice la stessa Ruzzo Reti che sottolinea come i tecnici sia o già al lavoro per individuare puntualmente il guasto, che “purtroppo è destinato ad arrecare ulteriori disagi alla popolazione e possibili interruzioni nell’erogazione idrica in tutta la vallata”. “La società – si legge in una nota – ha inviato tutte le squadre disponibili con l’obiettivo di ripristinare la situazione nel più breve tempo possibile. L’intervento di riparazione, i cui tempi non sono ancora stimabili, potrebbe protrarsi anche oltre la notte”.

Cali di portata e pressione per tutta la giornata di oggi in undici comuni delle province di Pescara e Teramo a causa di un’intervento di manutenzione straordinaria che l’Aca eseguirà sull’adduttrice Tavo Nord, in località San Giovanni di Farindola, “per potenziare l’adduzione idrica dell’acquedotto Tavo verso Atri e Città Sant’Angelo per sopperire alla maggiore richiesta idrica stagionale ed evitare turnazioni di chiusura serbatoi”. L’intervento verrà effettuato dalle ore 6 alle ore 9, ma disagi si potranno registrare per l’intera giornata. I comuni interessati in provincia di Pescara sono: Farindola, Penne (Colle Trotta, Villa Degna, Colle Maggio), Città Sant’Angelo ed Elice. Quelli nella provincia di Teramo sono: Arsita (zone rurali), Bisenti, Castiglione Messer Raimondo, Castilenti, Montefino, Atri, Silvi (Paese, Pianacce). “Per i comuni di Atri e Città Sant’Angelo – si legge sul sito dell’Aca – verrà chiusa l’erogazione
idrica ai rispettivi capoluoghi dalle ore 8.30 alle ore 12”.

14M