The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Edilizia sanitaria, il Pd presenta una mozione per far partire gli investimenti sui nuovi ospedali

L’Aquila. “Si appesantisce, a oltre un anno dall’insediamento della giunta di centrodestra, la mancanza di governance regionale sulla sanità: un settore bloccato, su cui l’esecutivo non ha programmato nulla, ma annuncia modifiche al piano dei nuovi ospedali. E’ a questo punto indispensabile sapere cosa la giunta ha intenzione di fare o di non fare a proposito, perché abbiamo risorse che inutilizzate non servono a nessuno”. Lo afferma il capogruppo consiliare del Partito Democratico, Silvio Paolucci. Per sbloccare la situazione, il Pd ha infatti presentato una mozione sull’edilizia sanitaria.

“In quest’anno, il centrodestra al governo ha fatto solo chiacchiere” continua Paolucci, ex assessore alla sanità. “Sull’edilizia sanitaria si corre il rischio di rimandare gli investimenti a tempo indeterminato. In un anno l’esecutivo non ha prodotto un solo atto, una sola corrispondenza con il ministero, pur avendo confermato sia la consistenza delle risorse ereditate dal centrosinistra, sia la possibilità di averne in aggiunta. Ancora più grave, dopo un anno, è la totale non conoscenza degli atti in essere. Con una programmazione in grado di coprire tutte le maggiori criticità riscontrate su Lanciano, Vasto, Avezzano, Penne, Sulmona, con i fondi ex art 20; con Teramo e Penne per le risorse collegate al sisma; con Chieti con il project financing; per L’Aquila con le risorse che si liberavano dall’utilizzo dello strumento del progetto di finanza”.

“Il perché? E’ veramente difficile da decifrare, da questo nasce la mia mozione: servono risposte circostanziate del perché l’Abruzzo sta ricadendo in un baratro da cui era uscito. Con questa mozione, che riguarda intanto le risorse ex articolo 20, la maggioranza dovrà finalmente esprimersi: se confermare il piano investimenti, oppure se dire no, come ha già fatto nel caso di Lanciano e Vasto durante la conferenza stampa di Carnevale. So che molti consiglieri del centrodestra condividono l’esigenza di far partire tutti gli investimenti contemporaneamente. E’ il momento di esprimersi. Se diranno no, vuol dire che rivedranno la programmazione dei nuovi ospedali e perderemo un’intera legislatura. Al contrario, se confermeranno l’impianto del centrosinistra, vorrà dire che giunta e maggioranza non dialogano, ma che soprattutto l’esecutivo batterà qualsiasi record di lentezza”.