The news is by your side.

Edilizia scolastica, Biondi incontra a Roma Curcio: spero che il governo abbia capito le esigenze del territorio

L’Aquila. “Mi auguro che per l’edilizia scolastica si sia arrivati a un punto di svolta e che il governo abbia finalmente compreso le esigenze, non più rinviabili, di un territorio che non ha mai smesso di invocare chiarezza per procedure più snelle in grado di garantire a studenti e docenti di rientrare in strutture sicure, moderne e adeguate alle esigenze della didattica”. Lo dichiara il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, all’indomani dell’incontro che si è tenuto a Palazzo Chigi a cui hanno partecipato il coordinatore della Struttura di missione presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, Fabrizio Curcio, rappresentanti del ministero dell’Istruzione, Invitalia, Comune dell’Aquila, Ufficio speciale per la ricostruzione dell’Aquila, Ufficio speciale per la ricostruzione del cratere e Ufficio scolastico regionale.

“La riunione convocata da Curcio, che ringrazio per aver raccolto i diversi inviti a riunire intorno a un tavolo tutti i soggetti interessati alla ricostruzione delle scuole è stato un primo passo a cui, dovranno seguire azioni concrete”, spiega il primo cittadino dell’Aquila, “i tecnici di Invitalia, che svolgerà i compiti di centrale di committenza, collaboreranno con quelli del ministero per l’assegnazione degli incarichi di progettazione per la scuola dell’infanzia Pettino-Vetoio, l’elementare Celestino V, l’ex scuola dell’infanzia Tommaso Campanella e la Giovanni XXIII. Strutture per le quali il Provveditorato interregionale alle opere pubbliche Lazio-Sardegna-Abruzzo avrebbe dovuto attivare la gara per la progettazione entro il 31 dicembre scorso, ai sensi dell’accordo del 2018 stipulato con Comune dell’Aquila e Anac. Si potrà procedere in tempi rapidi, inoltre, per l’assegnazione dei lavori per gli istituti  per i quali è già in corso la progettazione, ovvero il polo scolastico Gignano-S.Elia-Torretta, la scuola dell’infanzia di Bagno Grande e la scuola dell’infanzia San Giovanni Bosco”, spiega ancora il sindaco, “si lavorerà, di concerto con l’Ufficio scolastico regionale, per garantire l’inizio del nuovo anno  scolastico nei plessi in cui i lavori termineranno entro il prossimo mese di giugno, ovvero la Mariele Ventre di Pettino e la primaria Crescenzo Taranta di Arischia. Quando il dibattito e il confronto avvengono con serietà, competenze e senza pregiudizi”, conclude Biondi, “si possono ottenere risultati pur permanendo una normativa generale che sicuramente non agevola la ricostruzione pubblica”.