The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Elezioni comunali Pescara, Masci in vantaggio ma si prospetta un ballottaggio con la Sclocco

Pescara. Cresce la febbre elettorale dei pescaresi, ansiosi di conoscere il nome del nuovo sindaco che guiderà il capoluogo adriatico.

Ieri i cittadini sono tornati alle urne, esprimendo il proprio voto: la tornata elettorale precedente si era svolta il 25 maggio del 2014 e aveva visto l’affermazione di Marco Alessandrini alla guida di una Giunta comunale di centrosinistra.

Scrutinate sino ad ora 13 sezioni su 170: in base ai primi dati, Carlo Masci, sostenuto da Pescara Futura, Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Unione di Centro e Amare Pescara, ha ottenuto 1996 voti, per una percentuale del 51,71%.

Marinella Sclocco, invece, appoggiata da Partito Democratico, Per Sclocco Sindaco e Pescara Città Aperta, ha raccolto 820 preferenze, equivalenti al 21,24%.

Qualora non emergesse in maniera netta un vincitore si andrà al ballottaggio domenica 9 giugno: lo “scontro” sarà tra Masci e Sclocco? Chi vincerà? Si resta in attesa dei risultati definitivi. Attualmente gli altri contendenti, che erano pronti a vestire i panni da primo cittadino, ossia Erika Alessandrini, Carlo Costantini, Gianni Teodoro, Stefano Civitarese Matteucci, Mirko Iacomelli e Gianluca Baldini, stanno a guardare.