The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Elezioni provinciali secondo livello, al via la sfida in Abruzzo. Sei i candidati in lizza

Pescara. Saranno una sfida tra sindaci le elezioni provinciali di secondo livello previste per il 12 ottobre: dei sei candidati a presidente per le Province di Pescara, Chieti e Teramo quattro sono primi cittadini di altrettanti comuni abruzzesi. Il termine ultimo per presentare le liste è scaduto alle 12 di ieri. Le prime elezioni della storia di ‘secondo livello’, ovvero non saranno i cittadini a votare i candidati ma gli amministratori stessi. Una battaglia, dunque, tutta interna e tutta politica che per una volta il cittadino sarà chiamato a guardare da fuori, senza esprimere la propria preferenza.Si tratta del elezioni-2-4sindaco di Abbateggio (Pescara), Antonio Di Marco, candidato alla Provincia di Pescara per il centrosinistra, di quello di Atri (Teramo), Gabriele Astolfi, aspirante presidente a Teramo per il centrodestra, del sindaco di Lanciano (Chieti), Mario Pupillo, e di quello di Paglieta (Chieti), Nicola Scaricaciottoli, entrambi candidati, l’uno per il centrosinistra e l’altro per il centrodestra, alla presidenza della Provincia di Chieti. Gli altri candidati sono il presidente uscente della Provincia di Pescara, Guerino Testa, e il consigliere provinciale di Teramo Renzo Di Sabatino, ex sindaco di Bellante (Teramo). Due le liste presentate a Pescara, una di centrodestra e una di centrosinistra. Fibrillazione, alla vigilia della scadenza per la presentazione, all’interno del Pd, dopo che alcuni hanno riproposto la candidatura di Giorgio D’Ambrosio – l’ex sindaco di Pianella (Pescara) aveva già fatto discutere alle regionali -, sospeso dal partito e sul cui nome c’era il veto della segreteria provinciale. Per quanto riguarda il centrodestra si è parlato di un tentativo di accordo trasversale tra parte del Pd e Forza Italia, ma le trattative – smentite dagli stessi soggetti tirati in ballo – non sarebbero andate a buon fine. A Chieti sono due le liste che sostengono il centrodestra: “Insieme per il territorio” e “La Provincia che vogliamo”. Pupillo, invece, è sostenuto dalla lista, formata da 12 candidati, denominata ”Provincia Unita Mario Pupillo presidente”. A Teramo Di Sabatino è appoggiato dalla lista “Casa dei Comuni”, mentre per Astolfi sono due le liste di sostegno: “Forza del Territorio con Astolfi” e “Costituente popolare per Teramo”. Diversi, inoltre, i sindaci candidati tra centrodestra e centrosinistra per un posto da consigliere: ci sono, tra gli altri, Luciano Di Lorito, sindaco di Spoltore, Tonia Piccioni (Alba Adriatica), Gianfranco De Massis (Elice), Maria Felicia Maiorano Picone (Cappelle sul Tavo) e Vincenzo Di Marco (Castellalto)..