The news is by your side.

Elezioni regionali, Salvini all’Aquila: il voto abruzzese è per gli abruzzesi. Nessuna ripercussione nazionale

L’Aquila. “Grazie perché in queste settimane ho imparato tanto, mi sono portato a casa tante emozioni, tanti profumi, tanti problemi da risolvere”: così il ministro dell’Interno e leader della Lega, Matteo Salvini, ha detto all’Aquila all’inizio della conferenza stampa convocata a Palazzo Silone, sede della Giunta regionale, per commentare i risultati delle elezioni regionali.

“Il voto abruzzese è per gli abruzzesi”, ci tiene a precisare Salvini, “non ci sarà nessun tipo di ripercussione nazionale. L’ho ribadito a Conte e Di Maio. A Roma c’è un lungo elenco di cose da fare e nessuno userà l’Abruzzo per farci fare polemiche”.

“Ci siamo dati 12 ore per festeggiare ma sono già scadute”, spiega il leader leghista, “poi dobbiamo varare una Giunta di persone concrete, senza perdere tempo. Dobbiamo cominciare a lavorare subito tenendo le finestre aperte e facendo circolare aria fresca, risolvendo le problematiche, disinteressandoci di chi c’è stato prima”. 

“Il prossimo candidato sindaco di Pescara”, conclude Salvini, “anzi il prossimo sindaco di Pescara, sarà della Lega. Così magari il Decreto Sicurezza invece di contestarlo lo applica, cosa che dovrebbe fare un sindaco”. Attualmente è sindaco di Pescara, sostenuto dal centrosinistra, Marco Alessandrini, figlio del giudice Emilio, ucciso da un commando di Prima Linea a Milano il 29 gennaio 1979. Nel capoluogo adriatico si voterà per le amministrative, alla scadenza naturale, nel prossimo maggio.