The news is by your side.

Emergenza coronavirus, cancellati molti voli: rischio chiusura per l’aeroporto di Pescara

Paolini (Saga): prevista perdita di qualche milione di euro, l'azienda ne esce devastata

Pescara. “Le conseguenze della cancellazione dei voli sono devastanti per noi come per tutti gli aeroporti italiani. Noi abbiamo tenuto per gennaio e febbraio, ma ora siamo a passeggeri azzerati come numero e abbiamo enormi problemi. L’azienda, che è regionale, esce devastata ovviamente. Io immagino che ci saranno provvedimento della Regione e del Governo, per ripianare i bilanci, anche perché noi solo per mancati incassi da biglietti, passeggeri, parcheggio, negozi e altro, perdiamo qualche milione di euro che quest’anno in qualche modo dovrà essere ristorato dalla Regione e dal Governo, in qualche modo. Diversamente questo, come altri aeroporti, rischierebbe davvero tanto e addirittura la chiusura”. Lo ha detto all’Ansa il presidente della Saga Enrico Paolini, commentando quello che sta accadendo all’aeroporto d’Abruzzo di Pescara come agli altri scali, per le misure previste per l’emergenza Coronavirus con la cancellazione dei voli, che a Pescara è quasi totale.

“Abbiamo cancellazioni di Ryanair e Alitalia a partire da sabato”, precisa Paolini, “non avremo voli commerciali e dunque di linea dal 14 marzo al 3 aprile, ma ovviamente rimarrà aperto per i voli degli elicotteri delle forze dell’ordine, del 118 de eventuali aeroplani privati che avrebbero la deroga per atterrare e per eventuali atterraggi di emergenza, e dunque i servizi essenziali che noi garantiremo con il personale ridotto, fra Smart Working, ferie e altro, ma con l’aeroporto che per i servizi essenziali resterà ovviamente aperto”.