The news is by your side.

Emergenza coronavirus, l’appello dell’Intersindacale sanitaria alla Regione: rischi da mancanza mascherine

I sindacati abruzzesi lanciano un appello al presidente Marsilio e all'assessore Verì

Chieti. La evidente carenza di mascherine chirurgiche, FFP2 ed FFP3 “minaccia di essere foriera di ripercussioni anche per la salute degli operatori che agiscono sul territorio, nei presìdi di Continuità Assistenziale, nella attività di assistenza domiciliare presso pazienti fragili, immunodepressi, negli studi dei medici di Medicina Generale e nei Consultori ove l’attività, viene assicurata quotidianamente”.

A denunciarlo è l’Intersindacale sanitaria abruzzese (medici dipendenti, medici convenzionati, farmacisti ospedalieri e territoriali, medici di distretti, infermieri, psicologi) che lancia un appello al presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, e all’assessore regionale alla Sanità, Nicoletta Verì, al fine di “procedere con sollecitudine all’acquisto e reperimento dei DPI specifici e di porre in essere tutte le azioni a tutela del singolo operatore, della collettività e della Salute Pubblica”.

“Nel rispetto della normativa vigente ed in particolare del D.Lgs. 81/08 in materia di sicurezza”, si segnala nella nota della Intersindacale sanitaria abruzzese, “stiamo invitando gli operatori a segnalare immediatamente per iscritto al datore di lavoro le eventuali condizioni di pericolo”.