The news is by your side.

Emergenza Coronavirus, nella giornata di ieri Marsilio ha inserito anche Villa Caldari di Ortona nell’elenco delle zone rosse della Regione. La mappa aggiornata

L’Aquila. Il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha firmato ieri l’ordinanza relativa all’estensione della zona rossa nel territorio di Villa Caldari, frazione di Ortona. In quell’area, infatti, sono stati accertati numerosi casi positivi al Covid-19 a partire da quello del titolare di un bar, morto improvvisamente il 5 marzo scorso e per il quale fu accertata in seguito la positività.

La zona rossa prevede maggiori restrizioni, a partire dal divieto di entrata e di uscita dai confini territoriali individuati nell’ordinanza. Villa Caldari si aggiunge ai Comuni di Castiglione Messer Raimondo, Arsita, Bisenti, Montefino e Castilenti, in provincia di Teramo, e di Penne, Montebello di Bertona, Civitella Casanova, Farindola, Picciano ed Elice in provincia di Pescara. La decisione del governatore si basa anche sulla relazione della Asl di Chieti che ha suggerito “di procedere con misure mirate più incisive di contenimento locale, anche sulla base dei tassi di prevalenza relativi alla singola contrada di Caldari. Il tasso di incidenza per 100mila abitanti è, per tale località”, scrive l’azienda sanitaria, “pari a 1.271, ovvero dieci volte superiore al medesimo tasso calcolato sull’intero territorio comunale (122).

Tale differenza è ancora maggiore, 22 volte, se consideriamo il confronto tra l’incidenza della località Caldari, 1.271, con quella del resto del Comune di Ortona, 57”.