The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Falsificavano i bollettini e trattenevano i soldi delle bollette, 2 impiegati riviati a giudizio nel chietino

Chieti. ll gup del Tribunale di Chieti Luca De Ninis ha rinviato a giudizio due ex dipendenti di Teateservizi, la società che per conto del Comune di Chieti cura la riscossione dei Tributi, accusati di peculato e falso: si tratta di Girolamo Nigro, 58 anni, difeso dall’avvocato Maria Sirolli e di Mario Cerasa, 35 anni, difeso dal legale Giuliano Milia. Erano accusati di aver falsificato, fra gli anni 2016 e 2017, 136 bollettini postali per ben 264 volte riproducendo gli stessi al fine di attestare a terzi l’avvenuto pagamento della tassa per la pratica di voltura dell’utenza idrica.

Così facendo attestavano come versati, ma in realtà trattenute a loro vantaggio, 18mila e 900 euro. Teateservizi, assistita dall’avvocato Luca Paolucci, si è costituita parte civile e chiede un risarcimento dei danni di 56mila e 700 euro. Prima udienza il 17 settembre prossimo.