The news is by your side.

Fase 2, torna a rianimarsi la stazione di Pescara con nuove corse

File a biglietterie, raddoppiano Frecce Trenitalia

Pescara. Con i liberi spostamenti da una regione all’altra, è tornata ad animarsi, rispetto alle settimane scorse la stazione ferroviaria di Pescara Centrale, dove si registra già da oggi un aumento di persone in arrivo e in partenza dallo scalo ferroviario. Presenti agenti della Polfer e uomini della Protezione Civile. Da oggi aumentano le Frecce e gli Intercity in circolazione sulla Linea Adriatica, e dunque anche in Abruzzo e Molise. Tornano infatti in circolazione altri quattro Frecciabianca: Frecciabianca 8803 Milano (7,35) – Bari (15,27) con fermata intermedia a Pescara Centrale alle 12,47; Frecciabianca 8815 Venezia (14,52) – Lecce (23,45) con fermata in Abruzzo a Pescara alle 19,47; Frecciabianca 8816 Lecce (7,06) – Venezia (16,08) con fermata a Pescara Centrale alle 11,10; Frecciabianca 8830 Bari (16,30) – Milano (00,30) con fermata a Pescara alle 19,10. Questi quattro treni vanno ad aggiungersi ai quattro già in circolazione dal 18 maggio, portando così a otto il numero complessivo delle Frecce di Trenitalia in circolazione sulla Linea Adriatica che effettuano fermata in Abruzzo.

Sempre da oggi in Abruzzo viaggeranno 130 treni regionali e interregionali, pari al 80% del traffico ordinario pre emergenza. Trenitalia (Gruppo FS Italiane) incrementa in questo modo il numero di treni a disposizione dal secondo step della Fase 2 dell’emergenza sanitaria iniziato il 18 maggio. L’offerta di Trenitalia – che a livello nazionale da inizio giugno prevede 74 Frecce e 48 InterCity sulle principali
direttrici del Paese – cresce con un numero di collegamenti congruo alla richiesta di mobilità di questo periodo, tenendo conto della disponibilità di posti al 50% per il sistema di prenotazione “a scacchiera” che garantisce il rispetto del distanziamento sociale.