The news is by your side.

Fermati con refurtiva ed arnesi da scasso all’Aquila, ma avevano già rubato ad Avezzano

L’Aquila. Due donne S. I. di 42 anni, G.S 23 anni e un uomo G. D. 47 anni, tutti di origine zingaresca e con precedenti, sono stati denunciati dalla Polizia dell’Aquila per furto aggravato. I tre detenevano arnesi da scasso  per eludere il sistema di antitaccheggio. Venerdì 4 dicembre, intorno alle ore 13.25, l’addetto alla sicurezza di “Media World” ubicato presso il centro commerciale “L’Aquilone”, foto furto 6.12.15segnalava al 113 di aver sorpreso delle persone che, con fare sospetto, si aggiravano all’interno del negozio e che quando ha tentato di fermarli si allontanavano frettolosamente. Tuttavia l’uomo è riuscito a prendere il numero di targa della vettura, una Renault Clio, che veniva prontamente girato dalla sala operativa alle pattuglie sul territorio. L’auto è stata fermata da una pattuglia. Da un preliminare controllo, il veicolo è risultato sprovvisto della copertura assicurativa, mentre il conducente, il maschio, non aveva la patente. All’interno dell’auto gli agenti hanno rinvenuto 2 Play Station 4 Limited Edition, 2 tenaglie da scasso, un taglia unghie, 1 calamita per sbloccare le placche antitaccheggio,  un cacciavite da elettricista, 10 placche antitaccheggio occultate nelle mutande di una delle donne. Gli accertamenti sulla merce, del valore complessivo di circa € 800,  permettevano di riscontrare che era stata trafugata dal centro commerciale “I Marsi” di Avezzano (in particolare le due PS4 dal punto vendita Media World al suo interno). Insieme a loro il figlio minore di una delle due donne, di circa un anno di età.