The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Flash mob a Sulmona, la città si proclama antirazzista ed accoglie i profughi

Sulmona. Flash mob a Sulmona per proclamare la propria solidarietà ai profughi. “Sulmona è antirazzista” è questa la scritta apparsa su uno striscione che un gruppo di cittadini ha esibito durante una manifestazione spontanea in piazza per i 20 profughi, quasi tutti nigeriani, giunti nei giorni scorsi. La manifestazionLibia, emergenza profughi al confine con la Tunisiae pacifica è nata come risposta ad una serie di reazioni contrarie rimbalzate sui social in questi giorni e ad una nota diffusa dal movimento ‘Sovranità Sulmona’ in cui il portavoce, Alberto Di Giandomenico, parlava di diffusione, anche in città, del “grande business del nostro tempo, la gestione dell’emergenza immigrazione con fondi europei”. “Con questa manifestazione abbiamo voluto prendere le distanze da quei cittadini che hanno accolto negativamente la notizia dell’arrivo tra noi di questo gruppo di persone” hanno riferito alcuni cittadini “un modo chiaro per ribadire la nostra solidarietà agli immigrati ospiti e dimostrare che la maggioranza della città è dalla loro parte e non è indifferente e distaccata al dramma che stanno vivendo”. E, per dare ulteriore sostanza all’iniziativa, è nato anche un comitato, con centinaia di adesioni, che si sta adoperando per reperire beni di prima necessità: dalle scarpe, i vestiti, ai prodotti per l’igiene personale e le medicine. Il gruppo di profughi arrivato a Sulmona, 14 donne, quattro ragazzi e due bambini, fa parte di 320 provenienti da Agrigento e giunti in Abruzzo nelle strutture di accoglienza individuate dalle quattro prefetture regionali. In un altro centro della provincia dell’Aquila, Castel di Sangro, la Prefettura aveva respinto le richieste del vicesindaco di non dover accogliere 22 profughi destinati alla piccola frazione Roccacinquemiglia.