The news is by your side.

Fondi ambientali a Trasacco, Iulianella: si stanzino risorse anche per la rete irrigua della Marsica orientale

Pescina. “Apprendiamo da fondi giornalistiche che domani, in occasione della Commissione Bilancio del Consiglio Regionale d’Abruzzo, si esaminerà il progetto di Legge per il quale i proponenti intendono destinare euro 250mila euro al Comune di Trasacco per le opere funzionali alla ristrutturazione dell’opera architettonica, denominata “Tre Portoni”, e della zona ad essa adiacente per irreggimentare il flusso delle acque che vi scorrono nell’area”.

Commenta così il vicesindaco di Pescina, Tiziano Iulianella, la notizia della convocazione di domani della Commissione Bilancio, in seduta straordinaria e congiunta con la Commissione Territorio, e su uno dei punti all’ordine del giorno, ossia la  “Compartecipazione della Regione Abruzzo per la valorizzazione, il recupero e il miglioramento ambientale delle opere irrigue nel fucino, zona Trasacco”.

“Considerato che si sta mettendo mano ad alcune opere idrauliche di proprietà del Consorzio di Bonifica Ovest”, precisa Iulianella, “che assicurano la regolare distribuzione delle acque nei canali fucensi, chiediamo pubblicamente alla Commissione di stanziare anche ulteriori euro 100mila euro per le necessarie ed urgenti opere di ammodernamento e manutenzione dell’impianto irriguo a servizio della Marsica orientale, tra cui Pescina, San Benedetto, Collarmele, Cerchio e Aielli, nonché della pulizia del bacino posto a monte degli abitati che assicura la risorsa idrica all’impianto”.

“A causa delle sempre più frequenti rotture”, sottolinea, “purtroppo recentemente è stata chiusa una parte dell’impianto. Tali risorse consentiranno di migliorare l’efficienza della rete irrigua evitando la dispersione delle acque e di recuperare molti terreni agricoli oggi incolti”. 

“Con attenzione seguiremo i lavori della Commissione”, conclude il vicesindaco di Pescina, “auspicando in un favorevole accoglimento della richiesta per i numerosi agricoltori di quest’area territoriale”.