The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Fondi europei, al via a Francavilla al Mare il progetto Empowerment. Buttari: obiettivo finale creare competenze

Chieti. Ha preso il via a Francavilla al Mare il progetto “Empowerment” delle istituzioni Locali per il sostegno alla gestione associata dei servizi di progettazione, programmazione e accesso ai finanziamenti a valere su programmi europei, nazionali e regionali. Il vicesindaco di Francavilla, Francesca Buttari, l’europarlamentare Pina Picierno e gli amministratori dell’ambito sociale 9 Val di Foro hanno illustrato il progetto, che prevede l’apertura di un Ufficio Intercomunale per l’accesso ai finanziamenti europei, ottenuto anche grazie al partenariato con i Comuni di San Giovanni Teatino, Miglianico, Torrevecchia, Villamagna, Vacri, Ripa Teatina e Ari. L’Ufficio intercomunale non solo dovrà migliorare la capacità degli Enti di intercettare tutti i possibili finanziamenti, ma dovrà comunicare a imprese, professionisti, associazioni e società civile le numerose opportunità di finanziamento comunitarie, nazionali e regionali: si fonderà soprattutto su sito, newsletter e social Facebook, Instagram, Telegram. La costituzione sarà preceduta da un corso di formazione che ha  l’obiettivo di aumentare le competenze interne all’ente in tema di progettazione e gestione dei fondi comunitari.

“Questo filone di attività è molto importante”, sottolinea Buttari, “perché le amministrazioni pubbliche hanno bisogno di occasioni di maturazione e apprendimento in tema di progettazione e gestione di risorse comunitarie. E’ sempre ancora alto il ricorso all’esterno per questo tipo di attività. Per questo siamo molto contenti di riuscire a dare questa occasione al nostro Ente. Obiettivo principale del progetto è creare competenze che superino il progetto stesso e dare ai Comuni la possibilità di accedere a tutte le risorse aggiuntive possibili. In questi anni abbiamo fatto moltissimo in termini di accesso ai finanziamenti europei e nazionali, portando sul territorio cifre a sei zeri, su tanti settori, dal sociale allo sport ai lavori pubblici e all’ambiente. Oggi, però, raggiungiamo, grazie a un finanziamento del Fondo Sociale Europeo, un nostro obiettivo strategico”, conclude, “ossia avere la possibilità di internalizzare le competenze, convinti che gli Enti vinceranno le sfide del futuro nel quale chi saprà attingere di più e meglio alle risorse comunitarie, nazionali e regionali sarà più capace di dare risposte adeguate ai territori”.