The news is by your side.

Frode informatica ai danni di un imprenditore del chietino, rubati 50 mila euro da un sito di remote-banking

Chieti. I carabinieri di Casacanditella hanno scoperto una truffa on line ed hanno denunciato un uomo per frode informatica ai danni di un imprenditore di Casacanditella.

Era stata la figlia di quest’ultimo, che lavora con il padre e un impiegato amministrativo, a riscontrare che il sito di remote-banking abitualmente utilizzato, non consentiva l’accesso.

Il fatto, verificatosi nel fine settimana, inizialmente non aveva desta preoccupazione e era stato ricondotto a un problema di connessione. Dopo tre giorni, fatta una nuova verifica, a metà pomeriggio il sistema era tornato a a funzionare di nuovo ma si è anche scoperto che dal conto corrente dell’azienda mancavano quasi 50.000 euro ovvero c’era stato un bonifico ordinato sul conto corrente intestato ad un 38enne che risiede fuori dall’Abruzzo.

I carabinieri di Casacanditella, una volta ricevuta la denuncia dell’imprenditore, hanno così indagato sul beneficiario della somma e scoprendo che l’uomo è pienamente coinvolto nella vicenda perché, subito dopo il bonifico, la somma, evidentemente nel tentativo di occultarla, è stata girata su un conto corrente tedesco intestato ad una società che si occupa di trasformazione e scambio di cripto valute e bitcoin.