The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Furti aggravati, invasione di edifici e traffico di stupefacenti: in manette 34enne pescarese

Pescara. Nella giornata di ieri la Polizia di Stato ha rintracciato presso la locale via G. da Fiore, B.U. 34enne pescarese già noto per diversi trascorsi giudiziari, in particolare per reati contro il patrimonio (furti aggravati, furti in abitazione ed invasione di edifici), evasione e traffico di stupefacenti.  A causa dei reati commessi, nel gennaio 2018 era stato sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza con molteplici prescrizioni. Gli Agenti della Squadra Volante hanno effettuato ulteriori accertamenti di polizia giudiziaria che hanno permesso di appurare altresì a carico del predetto, un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Pescara, dovendo espiare la pena residua detentiva di 1 anno e 7 giorni, per sopravvenute condanne inerenti i citati pregiudizi penali. Il medesimo è stato pertanto arrestato e condotto presso la locale casa circondariale.   

La Polizia di Stato in data di ieri ha inoltre eseguito un’ordinanza emessa dal Tribunale di Sorveglianza dell’Aquila unitamente al SIEP della Procura della Repubblica di Pescara, per cui il personale della Squadra Mobile ha sottoposto alla misura degli arresti domiciliari  G.A., 50enne pescarese, per l’espiazione della pena di 1 anno 9 mesi e 25 giorni di reclusione, per cumulo di reati commessi negli anni compresi tra il 2004 e il 2013, inerenti la detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e vari reati contro il patrimonio. La Polizia di Stato, in data di ieri ha altresì eseguito un’ordinanza di carcerazione disposta dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona a carico di J. M. 42enne polacco, per il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, per la durata di 4 anni. Il personale della Sezione Polizia Stradale di Pescara, che ha intercettato il predetto, all’esito delle procedure di rito ha condotto il medesimo presso la casa circondariale di Chieti.