The news is by your side.

Garanzia giovani: fondi esauriti in un minuto, la Regione pensa anche agli under 35

L’Aquila. “Nella Pubblica Amministrazione quando le risorse sono scarse per soddisfare tutta l’utenza, spesso si ricorre alla procedura a sportello, che consiste nel criterio di aggiudicazione secondo l’ordine cronologico di arrivo delle istanze”. E’ quanto fa apere in una nota il Srvizio per il Lavoro della regione Abruzzo. “Per essere piu’ chiari – prosegue la nota – le domande vengono esaminate e istruite dal soggetto gestore, nel rispetto dell’ordine cronologico di presentazione e fino a esaurimento delle risorse disponibili. Sulla base di quanto disposto dagli indirizzi operativi regionali di Garanzia Giovani, ‘il Soggetto Promotore procede all’invio alla Regione Abruzzo della comunicazione necessaria per l’autorizzazione. Tale comunicazione, deve essere inviata via email all’indirizzo [email protected], e puo’ essere cumulativa per piu’ destinatari. garanzia giovani lavoroLa Regione Abruzzo, effettuate le verifiche del caso – si legge nella nota – autorizza e le attivita’ che possono essere avviate solo a seguito della acquisita autorizzazione’. La suddetta procedura e’ stata osservata per i tirocini tutte le volte che sono state aperte le finestre per le autorizzazioni a seguito di stanziamento di nuove risorse finanziarie. Le autorizzazioni sono sempre state rilasciate in ordine cronologico di arrivo fino a esaurimento fondi. Nell’ultima finestra, pero’, le risorse erano inferiori rispetto alle precedenti tornate, per cui nella giornata del 22 febbraio scorso – rende noto il Srvizio per il Lavoro – sono pervenute all’indirizzo email ben 287 richieste tra le ore 9:00 e le 9:01. Questo ha comportato che i fondi disponibili sono stati esauriti in 60 secondi. Delle 287 richieste quelle autorizzabili a seguito di appositi controlli sono poi risultate 262. Sono rimaste pertanto escluse dal beneficio immediato, ma restano in graduatoria, le richieste pervenute dalle ore 9:01 in poi (esattamente 443), che potranno essere autorizzate solo qualora ci fossero economie derivanti dalle altre misure del piano di Attuazione Regionale”.  Favorire l’accesso al mondo del lavoro degli “under 35” (non iscritti al programma “Garanzia giovani”), con particolare attenzione a coloro che vivono nei Comuni delle aree interne, in quelli ricadenti nelle cosiddette “aree di crisi” o in quei territori interessati dagli “aiuti a finalita’ regionale”. E’ lo scopo principale dell’iniziativa “30+”, lanciata dalla Regione Abruzzo, che prevede due linee di intervento: realizzazione di esperienze di tirocinio formativo extracurriculare di 6 mesi; incentivazioni all’assunzione con contratto di lavoro a tempo indeterminato, cumulabili con analoghe iniziative nazionali. “Abbiamo voluto dare un segnale diverso rispetto al passato – sottolinea l’assessore al Lavoro Andrea Gerosolimo – puntando su un numero minore di interventi di tirocinio che avessero, pero’, una piu’ alta probabilita’ di trasformarsi in forme stabili di lavoro. Allo stesso tempo abbiamo voluto dare un segnale tangibile di vicinanza ai giovani e alle aziende che operano all’interno dei territori della nostra regione, che sono piu’ in difficolta’”. I destinatari devono avere eta’ compresa tra i 18 e i 35 anni non compiuti, essere diplomati o laureati, residenti in Abruzzo e disoccupati da almeno 6 mesi. Priorita’ sara’ riservata ai giovani tra 30 e 35 anni non compiuti, e alle donne. “Per loro – continua Gerosolimo – e’ previsto un incentivo all’assunzione piu’ marcato, in quanto sono le categorie che oggi in Abruzzo incontrano maggiori difficolta’ nel trovare occupazione”. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.abruzzolavoro.eu