The news is by your side.

Genio civile, Liris (Fdi): in arrivo quattro nuove unità ufficio all’Aquila, rafforzeremo il servizio in Abruzzo

L’Aquila. “L’ufficio dell’Aquila del Genio Civile sarà potenziato con l’assegnazione in tempi brevi di quattro nuove unità, un atto che sarà formalizzato nella seduta della Giunta regionale fissata per lunedì 22 luglio: nelle prossime settimane saranno avviate procedure di mobilità e per nuove assunzioni”. Lo annuncia l’assessore al Personale Guido Quintino Liris, di Fratelli d’Italia, che ha anche le deleghe al Bilancio e Patrimonio.

Il potenziamento della struttura aquilana arriva nel pieno del dibattito sugli uffici regionali del Genio Civile. “La nuova maggioranza che governa da metà febbraio la Regione risponde con fatti concreti alle chiacchiere e alle polemiche strumentali” afferma Liris. “Le misure che saranno varate sono solo il primo atto di ulteriori rafforzamenti che riguarderanno anche le altre province, a partire da quella di Teramo, che come il territorio aquilano è alle prese con la ricostruzione post sisma”.

“Per noi, il Genio Civile diventerà centrale tra tutti i Dipartimenti, per dare risposte sempre più efficaci e soprattutto veloci alla collettività, in particolare delle zone terremotate” continua Liris. “In generale, la vicenda è stata affrontata nella stragrande maggioranza dei casi con esternazioni dal carattere quasi infantile e sicuramente con l’intenzione di mere provocazioni da alcuni soggetti che, a vario titolo, hanno pensato di fare politica su una situazione che oggi, con la nuova Regione Abruzzo amministrata dal centrodestra, con il suo presidente e la nuova sensibilità che viene posta in particolar modo sui temi della ricostruzione, è in cima alle priorità dell’agenda e dell’azione politica e amministrativa regionale. Addirittura, qualche sindacalista pensava di supplire con sciocche provocazioni ai propri problemi di leadership, come confidatomi da ‘compagni’ interni” afferma Liris.

“Non c’è mai stato e non ci sarà nessun trasferimento, né di personale, né di sede” precisa Liris. “Gli uffici dei Geni Civili rimarranno all’Aquila e nelle altre tre province, la riorganizzazione della macchina amministrativa è un processo in corso, ne è prova il fatto che non c’è ancora nessuna modifica per quanto riguarda la Protezione Civile, né una nomina dei capi Dipartimento, che decideranno nel dettaglio il nuovo assetto dei servizi. L’assetto definitivo della direzione del Genio Civile ci sarà dopo la nomina dei capi Dipartimento per i quali sono stati lanciati i bandi” continua Liris. “Ciò che preme al sottoscritto è che gli uffici siano messi in condizione di lavorare, di avere il giusto organico, di avere i mezzi e gli strumenti per poter operare al meglio”.

“Qualche intervento meno politicizzato, tuttavia, ha colto nel segno, in particolar modo quello di alcune Associazioni di categoria che hanno, giustamente, evidenziato la vera essenza della riorganizzazione del Genio Civile. A tal riguardo, in qualità di Assessore alle Risorse Umane, pur non essendo il Genio Civile una competenza del Dipartimento che afferisce alle mie deleghe, il mio impegno è quello di rafforzare quantitativamente e qualitativamente i Geni Civili, proprio per consentire agli stessi una maggiore efficacia nell’azione tecnico amministrativa, data la loro trasversalità che abbraccia le criticità di più settori, a partire dalla ricostruzione” conclude Liris.