The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Gioacchino Alfano a Montesilvano per celebrare il 69esimo anniversario della Repubblica

Montesilvano. “Non si è mai in ritardo quando si celebra qualcosa di importante”. Con queste parole il sottosegretario di Stato alla Difesa, Gioacchino Alfano, ha aperto questa mattina il suo discorso durante la cerimonia organizzata dal Comune di Montesilvano per celebrare il sessantanovesimo anniversario della Festa della Repubblica. “E’ fondamentale” ha proseguito “ricordare eventi importanti e persone che hanno fatto la nostra storia. Ben vengano, quindi, giornate come questa, specie se vissute dai ragazzi come quelli che vedo oggi in questa piazza. L’Italia è quel Paese che ci hanno lasciato dal passato e vi assicuro che è proprio un bel Paese”. Prima del suo intervento il sottosegretario, insieme al generale Rino De Vito, comandante regionale dell’Esercito, ha passato in rassegna il picchetto d’onore composto dai militari dell’Arma dei Carabiniebandiera italiari di Montesilvano. Dopo la cerimonia dell’Alzabandiera, la lettura del Messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, letto dalla senatrice Federica Chiavaroli e della Preghiera per la Patria, letta da Mario Diracca, presidente dell’Associazione Friuli Venezia Giulia e Dalmazia, è stata la volta del discorso del primo cittadino, Francesco Maragno. “L’auspicio” ha detto “è che questo evento possa rafforzare, in ciascuno di noi e soprattutto nei più giovani, i più alti sentimenti di appartenenza a questa grande e bella nazione: patria di cultura, solidarietà e accoglienza”. La piazza per l’occasione ha ospitato una mostra di mezzi militari, di polizia e di soccorso. Esposti anche due mezzi della Protezione Civile di Montesilvano, due della Polizia Locale, un’auto e due moto dei Carabinieri di Montesilvano, un mezzo di soccorso della Croce Rossa e due mezzi, supportati da una mostra, dei Vigili del Fuoco. Il Corpo Forestale dello Stato ha organizzato, inoltre, una piccola esposizione con supporto video. A conclusione della cerimonia, scambio di doni tra sindaco e sottosegretario. Il primo cittadino ha omaggiato Alfano con un’opera scultorea di Duccio Gammelli, e Alfano ha donato al sindaco un Crest del Ministero della Difesa.