The news is by your side.

Gioielli I Love Abruzzo, ecco tutti i rivenditori della regione: quest’estate vince la Presentosa

Uno è il dono esclusivo per fidanzate e spose “promesse”. Un impegno d’amore che caratterizza da secoli le donne abruzzesi. Un altro è emblema della religiosità e della creatività artistica medievale. L’altro ancora è la miniatura della statua che rappresenta il capo tribù di stirpe italica rinvenuto nel XIX secolo a Capestrano.

Sono la “Presentosa”, il “Rosone” e il “Guerriero”, i tre ciondoli più richiesti negli ultimi mesi dai clienti dei punti vendita che si trovano in tutto l’Abruzzo, della collezione di gioielli I Love Abruzzo.

«La presentosa è una medaglia di forma solare ornata da cuori ed è realizzata in filigrana», racconta il maestro Giuliano Montaldi,

«in Abruzzo da secoli è tradizione regalarla alle fidanzate e alle spose “promesse” per il matrimonio.

Un tempo veniva regalata proprio come dote.

Ma è anche un simbolo di fertilità e benessere e quindi di buon auspicio per le donne».

Simbolo solare, intercettore di luce, presente nelle facciate delle abbazie romaniche abruzzesi, il rosone invece è emblema della creatività artistica medievale.

«Da questo motivo decorativo, riferito alla luce con evidente carattere magico simbolico»,

dice Montaldi,

«hanno tratto ispirazione orafi, merlettaie, intagliatori, scalpellini per generazioni, fino ai tempi attuali».

E proprio la presentosa insieme al rosone sono i simboli più venduti a Teramo, in Corso San Giorgio, negli eleganti locali della Francia Gioielli che con la sua lunga esperienza ha saputo qualificare la propria attività acquisendo e proponendo alla clientela marchi esclusivi di assoluto prestigio internazionale.

Gestita da Leo Francia e dalla moglie Rita, la gioielleria si propone di continuare ad investire nella propria azienda proponendo l’originalità dei gioielli nonchè di tutta l’arte orafa e da questo percorso nasce la collaborazione con il maestro orafo Giuliano Montaldi.

 

«Negli ultimi mesi abbiamo venduto anche il Guerriero di Capestrano»,

commenta Leo Francia,

«riconosciuto come simbolo molto caratteristico della terra d’Abruzzo».

Il guerriero è la riproduzione miniaturizzata della grande statua di un capo tribù di stirpe italica rinvenuta a Capestrano, attualmente esposta nel Museo Archeologico Nazionale di Chieti.

È ritenuta tra i migliori esemplari dell’antica statuaria appenninica ed è diventata uno degli emblemi più rappresentativi della regione Abruzzo.

Al trabocco e al rosone, nel cuore di Francavilla al Mare, in provincia di Chieti, nel negozio Cristina Gioielli, tra i ciondoli più richiesti dai clienti ci sono anche la Bagnante di Vasto e il Trabocco, ormai simbolo del mare Adriatico. 

 

 

Cristina è di origine piemontese ma ormai da tanti anni vive in Abruzzo. Ama la Regione che l’ha ospitata e ormai la sente pienamente sua.

«Ho scelto di vendere il bracciale I Love Abruzzo perché quando l’ho visto la prima volta me ne sono innamorata io per prima.

A tutti i clienti cui lo propongo spiego lo studio e il lavoro artigianale che c’è dietro la sua realizzazione.

I clienti si incuriosiscono e lo apprezzano e poi se ne innamoramo.

Come è accaduto a me. Questi ciondoli sono la Terra d’Abruzzo».

Il maestro Giuliano Montaldi a lavoro nel laboratorio di via Corradini ad Avezzano (AQ)

 

Cristina De Alberto racconta anche di quando hanno acquistato i ciondoli abruzzesi emigrati tanti anni fa in Canada, negli Stati Uniti e in Australia.

«Sono passate delle persone e li hanno presi», va avanti, «poi li hanno portati all’estero e quando sono arrivati qui in Abruzzo altri loro amici ai quali ne avevano parlato, sono passati ad acquistarli. Spesso ai clienti regalo poi il cornetto, come porta fortuna da appendere al bracciale e ho sempre ricevuto grande soddisfazione da chi sceglie I love Abruzzo, come regalo o per sé».

 

Il maestro orafo Giuliano Montaldi a lavoro nel suo laboratorio in via Corradini ad Avezzano (AQ)

 

Tra i rivenditori anche Corvino Gioielli, altra gioielleria che si trova proprio al centro della città conosciutissima in tutta Italia per via dei Trabocchi: Vasto.

Inventati dai fenici e narrati da d’Annunzio, i trabocchi sono degli ingegnosi ragni da pesca e sono diventati ormai meta di un turismo importante.
I ciondoli che li raccontano sono in forma circolare oppure rettangolare.
Possono essere inseriti non solo nel bracciale base ma anche in una collana oppure negli orecchini.
La famiglia Corvino della gioielleria di Vasto

«Abbiamo investito in un progetto di marketing e comunicazione»,

racconta Marco Corvino che continua la tradizione di un’attività che vanta 60 anni di storia,

«e abbiamo lanciato anche sui social una campagna che presentasse i gioielli I love Abruzzo. Collaboriamo con il maestro Montaldi da poche settimane ma vista la risposta siamo certi che il nostro rapporto si salderà ancora di più nel tempo».

 

Attualmente sono questi i rivenditori della collezione di gioielli I Love Abruzzo:

 

Gioielleria Cappelli (Te)

Gioielleria Leo Francia (Te)

Gioielleria Pallini & figli Penna S. Andrea (Te)

Gioielleria Costantini Giulianova (Te)

Cristina Gioielli Francavilla al Mare (Ch)

La Bottega dell’Oro Giuliano T. (Ch)

Karina SRL (Pe)

Museo “Fondazione Genti d’abruzzo” (Pe)

Punto vendita Montaldi Pescasseroli (Aq)

 

Il sito con l’e commerce www.iloveabruzzo.eu

 

Tutti i gioielli della collezione I Love Abruzzo sono disponibili anche on line. Il maestro Montaldi, investendo in un nuovo e ambizioso progetto di comunicazione e marketing, ha avviato anche un sito internet dove è attivo l’e commerce.

Sul sito si possono trovare tutti i ciondoli, i bracciali e gli altri gioielli, corredati da una descrizione, dai prezzi e con tutti gli sconti del momento.

Bastano pochi click per caricare il carrello, si paga comodamente e in modo sicuro on line e il tutto arriva a casa. Il sito: https://iloveabruzzo.eu/

 

#advertising