The news is by your side.

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: la violenza si combatte rispettando la libertà femminile

Panei (Pd): "adottare iniziative volte a contrastare l'abuso del corpo femminile"

L’Aquila. Nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, Lorenza Panei, portatrice delle donne dem della conferenza regionale, ci tiene a rimarcare un concetti: “la violenza di combatte rispettando la libertà femminile”.

“Non vorremmo che fosse una celebrazione o una ricorrenza ma una data in cui rinnovare il patto di alleanza contro ogni forma di violenza e di discriminazione di genere perché la violenza contro le donne non è un problema del singolo, un malato da curare o preda di un raptus, ma è un fenomeno strutturale che ha radici culturali profonde”, dichiara Lorenza Panei, “oggi ancora di più, nel contesto di emergenza sanitaria ed economica, la violenza diventa l’esito estremo di diseguaglianze e di discriminazioni di genere che il Covid può alimentare.

“Il 75% in più di chiamate al 1522”, sottolinea, “il numero gratuito antiviolenza e stalking attivo 24h su 24h , durante la prima fase di lockdown rispetto agli stessi mesi del 2019, è un dato che ci deve far riflettere mentre stiamo vivendo la seconda ondata della pandemia che ancora una volta o impone alle donne un lavoro da casa, in convivenze forzate,  o genera nuova disoccupazione femminile perché chiamate al lavoro gratuito di cura”.

“Molte donne perdono il lavoro e la mancanza di sicurezza economica e di una rete di relazioni le espone ancora di più al rischio della violenza. Per questo invitiamo la Giunta regionale”, precisa la Panei, “a porre attenzione al fenomeno della violenza sulle donne, a riprendere presto il percorso mirato a rafforzare case rifugio e centri antiviolenza e ad assicurare formazione professionale ed incentivi per l’occupazione delle donne vittime per aiutarle  a fuoriuscire dalla violenza. La Conferenza Regionale Donne Dem rimarca l’importanza dell’educazione di genere e la necessità di adottare iniziative volte a contrastare l’abuso del corpo femminile, da un lato, e a dedicare maggiore attenzione all’uso del linguaggio, dall’altro. La violenza si combatte rispettando la libertà femminile”.