The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo, domenica al Munda “Piccolo ma prezioso” 

L’Aquila. “Piccolo ma prezioso”. E’ il tema che quest’anno caratterizzera’ la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo. L’iniziativa, sostenuta e promossa dall’assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune dell’Aquila e organizzata dall’Associazione “Mamme per L’Aquila” si terra’ il 14 ottobre presso la sede del MuNDA (Musseo nazionale d’Abruzzzo). L’evento e’ stato presentato questa mattina in conferenza stampa dall’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune dell’Aquila, Sabrina Di Cosimo, dalla dott.ssa Lucia Arbace, direttrice del Polo Museale d’Abruzzo, da Valeria Baccante, presidente dell’Associazione Mamme per L’Aquila e da Simona Balassone dell’Associazione D- MuNDA.

Dopo il successo dell’anno precedente con la coinvolgente giornata di burattini, cantastorie e mastri gelatai, evento che ha fatto registrare il maggior numero di visitatori al MuNDA, l’assessorato alla Cultura e il Polo Museale d’Abruzzo hanno voluto rinnovare e rafforzare la collaborazione, in occasione della Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo. L’evento prevede una lettura del percorso museale a misura di bambino, una lente d’ingrandimento sul patrimonio culturale abruzzese, dall’archeologia al Medioevo, passando per il Quattrocento, le meraviglie di Saturnino Gatti maestro del Rinascimento aquilano, il Seicento, con performance e spiegazioni che rendono partecipativo il bambino in modo ludico, facendolo interagire in un ambiente colto si’, ma non lontano, anzi vicino, vicinissimo.

Ad animare le visite guidate ci saranno danze medievali, aeree, break dance, hiphop, vari stili di danza adattati per ogni area storica e tematica del museo con coreografie curate da Scotti Jacopo, Nicoletta Ragone, Roberto Parisse, Luisa Vivio dell’Accademia Scuola danza Zerogravity. E, a completare l’evento, i laboratori del Servizio Educativo del Museo Nazionale d’Abruzzo e dell’Associazione D-MuNDA di Simona Balassone.