The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Giovanni Giardino lascia il Consiglio regionale per trasferirsi al Tar Abruzzo come magistrato referendario

L’Aquila. Giovanni Giardino lascia il Consiglio regionale dell’Abruzzo per trasferirsi al Tar Abruzzo sede dell’Aquila dove verrà assunto a tempo indeterminato nei ruoli della Magistratura Amministrativa in qualità di Magistrato Referendario di Tribunale Amministrativo regionale.

Questa mattina a Palazzo dell’Emiciclo l’ormai ex Direttore ha voluto festeggiare il suo ultimo giorno di lavoro con un saluto al vertice politico, amministrativo e tutti i dipendenti del Consiglio regionale. Giovanni Giardino è pescarese, classe 1974, e si è laureato in Giurisprudenza a Teramo. In Consiglio regionale ha ricoperto diversi ruoli dirigenziali, dal Servizio Legislativo a quello degli Affari Istituzionali ed Europei, poi dirigente dell’Autorità Indipendenti, nel mezzo della carriera anche la nomina di Responsabile della prevenzione della corruzione e trasparenza dell’Ente regionale.

Da ultimo la nomina del 3 dicembre 2019 a  Direttore della Direzione “Affari della Presidenza e Legislativi” del Consiglio regionale dell’Abruzzo. Per il Presidente del Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri: “Il Consiglio regionale perde una delle sue migliori professionalità per metterla al servizio di altre ed importanti amministrazioni dello Stato. E’ il segnale che a Palazzo dell’Emiciclo vi sono competenze importanti  e che questo è un luogo in cui poter crescere ed affermarsi dal punto di vista lavorativo.

A Giovanni vanno gli auguri miei e di tutta l’Assemblea legislativa per il prosieguo della sua carriera e lo ringraziamo per il lavoro svolto con passione e dedizione in questi anni.”