The news is by your side.
10M

Giro d’Italia : Venerdì la tappa Vasto – L’Aquila nel ricordo del decennale del sisma.

In figura l’altimetria della tappa n 7 del 102 giro d’italia. Un percorso non difficile con l’unica asperità seria della giornata, le Svolte di Popoli, ove sarà posto il GPM di seconda categoria.

Ci siamo. Venerdì 17 Maggio, tappa tutt’Abruzzese per il 102 giro d’italia, da Vasto all’Aquila, nel ricordo e per la memoria del sisma di 10 anni fa. Il percorso, che si snoderà per 185 km toccando dapprima Ortona, Arielli, Ripa Teatina, Chieti, Scafa, Popoli, s’impennerà di seguito sulle rampe delle svolte di Popoli, alla volta del 2° gran premio della montagna di giornata di seconda categoria, prima di immettersi nello splendido altipiano di Navelli per raggiungere L’Aquila, ove l’ultimo arrivo fu posto 9 anni fa presso la villa comunale, con la vittoria di Evgeni Petrov davanti all abruzzese Dario Cataldo. Un percorso non difficile che appunto rimarrà pianeggiante fino ad Ortona, ove è previsto il primo traguardo volante e successivamente con dei saliscendi tra Arielli, Ripa Teatina, secondo traguardo volante della giornata. Toccata la città di Chieti ( GPM 4 cat) i corridori scenderanno allo Scalo, girando a sinistra per proseguire per Manoppello, Scafa ( rifornimento) salita di Colle Morto, fino a raggiungere Popoli, prima di affrontare la classica salita delle Svolte ( lunghezza 7,5 km – pendenza massima 12%). Da qui mancheranno una quarantina di km all arrivo, che dopo la frazione di Sant Elia,si svolgerà per circa 10 km dentro la città affrontando il duro strappo del Torrione, prima del traguardo posto a piazza Duomo. Un percorso non difficile come dicevamo, ove tuttavia delle fughe, anche bidone, potrebbero arrivare al traguardo. Favoriti uomini soprattutto non di classifica che appunto sono gli artefici di lunghe fughe, come tra l’altro anche il nostro bravissimo corregionale Giulio Ciccone. Sarà una giornata di festa lungo il percorso ove la carovana porterà emozione e calore negli occhi di tutti, appassionati e non e specie dei bambini. Di sicuro una giornata da ricordare per la città ancora ferita dell’Aquila, cui il ciclismo ed il giro onoreranno.

Thomas Di Fiore.