The news is by your side.

Giulianova, il comune vieta agli animali l’ingresso in spiaggia. Associazioni sul piede di guerra

Giulianova. Le associazioni Animalisti Italiani onlus e Earth hanno depositato ricorso con richiesta di sospensiva nei confronti della delibera della giunta comunale di Giulianova (Teramo) del 7 maggio scorso in cui vieta un tratto di spiaggia all’accesso agli animali. Il Comune, precedentemente, aveva adottato un regolamento per l’accesso degli animali in spiaggia in conformità con la legge regionale (n. 19 del 17 aprile 2014), la quale prevede che “la Regione garantisce l’acani spiaggiaccesso alle spiagge di cani e gatti accompagnati dal proprietario o da altro detentore nel rispetto delle norme di sicurezza che prevedono l’uso del guinzaglio o della museruola”. “Tuttavia la giunta giuliese non ha mai provveduto a individuare una spiaggia per l’accesso degli animali. Pertanto, come si legge nel ricorso “sostengono i presidenti delle due associazioni, Walter Caporale e Valentina Coppola “si ha un preciso interesse affinché gli animali di affezione presenti nel comune di Giulianova possano liberamente accedere alle spiagge assieme ai loro padroni, al fine di mantenere il legame tra l’animale ed il proprio padrone e per scongiurare il deprecabile fenomeno dell’abbandono di animali che puntualmente si verifica in maniera massiccia ogni estate”. Questa battaglia s’inserisce nell’altra in difesa dei diritti degli animali che gli Animalisti Italiani Onlus hanno iniziato lo scorso 6 giugno con un atto di disobbedienza civile al fianco dell’associazione Unica Beach di Giusy Branella, a cui è stata negata la richiesta di poter gestire un tratto di spiaggia libera destinato agli animali dal sindaco di Giulianova, Francesco Mastromauro.