The news is by your side.

Giunta Abruzzo riapre domande per ruolo di direttore generale Asl. Decisione presa dopo vari ricorsi

L’Aquila. La Giunta regionale, nella riunione di oggi, ha stabilito la riapertura dei termini per la presentazione delle domande per la manifestazione di interesse al conferimento dell’incarico di direttore generale delle Asl “Avezzano Sulmona L’Aquila” e “Lanciano Vasto Chieti” per un tempo di 15 giorni decorrenti dalla data di ripubblicazione del relativo avviso.

La decisione si è resa necessaria in seguito ai due ricorsi relativo al limite di età di 65 anni, presentati da aspiranti che hanno partecipato al bando lanciato in gennaio dalla precedente giunta di centrosinistra. Ricorsi che hanno fatto slittare la decisione di nominare due manager in aziende che dal 15 marzo sono senza titolare, alla luce del fatto che la commissione esaminatrice ha concluso il lavoro di esame delle 39 domande. Nella nota la Regione precisa “che restano validamente acquisite le domande già presentate, con salvezza delle fasi procedurali occorse”.

La decisione presa dall’esecutivo presieduto dal governatore, Marco Marsilio, di Fratelli d’Italia, è supportata dal parere dell’Avvocatura Regionale, nonché dalla posizione espressa dall’Ufficio legislativo del Ministero della Salute. Nel parere reso dall’Avvocatura Regionale, in relazione al previsto limite di età anagrafica inserito nell’Avviso precedente, si legge che “le singole regioni, le quali attingono unicamente all’elenco nazionale, possano utilizzare per il conferimento degli incarichi i soggetti ivi inseriti per i quattro anni di validità dell’elenco, anche se gli stessi abbiano superato dopo la domanda di partecipazione alla procedura nazionale i 65 anni.

Vale a dire che i soggetti inseriti nell’elenco nazionale possono essere destinatari di incarichi da parte delle Regioni anche dopo il compimento del 65esimo anno di età, fermi restando i limiti previsti per le ipotesi di collocamento in quiescenza o cause sopravvenute di esclusione”. Analogamente, il Ministero della Salute ha espresso la propria posizione, chiarendo che la previsione del requisito del limite di età di 65 anni per la partecipazione alle procedure selettive regionali “non sembra compatibile con i principi statali previsti dal decreto legislativo n. 171 del 2016”.

Con il provvedimento proposto dall’assessore alla sanità Nicoletta Verì, la Giunta regionale ha quindi deciso di eliminare dall’avviso pubblico precedente i riferimenti al requisito dell’età inferiore ai 65 anni. Il nuovo avviso sarà pubblicato sul sito internet della Regione Abruzzo (www.regione.abruzzo.it), nonché sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo.