The news is by your side.

Grido di dolore davanti al Tribunale dell’Aquila, donna residente a Carsoli “vi prego sparatemi”

In preda al panico per un sequestro del mezzo di trasporto ed altre vicissitudini di natura giudiziaria Maria Alistar è arrivata con un cartello al Tribunale dell'Aquila

L’Aquila – Chiede giustizia sui social media, e questa mattina Maria Alistar una donna residente a Carsoli in preda alla disperazione si è recata di fronte al Tribunale dell’Aquila.

Mascherina ed un cartello forte: vi prego sparatemi.

La tensione è alle stelle per Maria, che stando al suo racconto avrebbe subito il sequestro dell’unico mezzo di trasporto per la sua famiglia di 4 figli.  “Ho una madre molto anziana e malata che ha bisogno di assistenza e non so come risolvere, abbiamo subito il sequestro dell’orto dal quale attingiamo qualche prodotto agricolo in questo difficile momento. Non c’è lavoro è tutto fermo, e noi siamo alle prese con una vicenda giudiziaria che va avanti da anni.

Maria Alistar si riferisce a dei provvedimenti di sequestro riguardanti una area adibita anni fa ad una sorta di deposito ferri vecchi per auto situato nella zona industriale di Carsoli .

“Vi prego sparatemi, non ha senso tornare a casa già non si lavora da 3 mesi ed la fame e tanta . Starò qui finché qualcuno non mi ascolti”.