The news is by your side.

I carabinieri di Montereale arrestano due uomini per detenzione di stupefacenti ai fini dello spaccio. Sequestrati anche bilancini e denaro contante

Montereale. Due uomini arrestati, sequestrati 100 grammi di marijuana, 50 grammi di hashish, 2 bilancini di precisione e denaro contante. E’ questo il risultato di due operazione di polizia eseguite nel pomeriggio di ieri dai Carabinieri della Stazione di Montereale.

Le attività, portate a segno in Manara e Barete, hanno permesso ai militari di sequestrare droga, bilancini di precisione e denaro, quest’ultimo ritenuto provento dell’attività di spaccio dello stupefacente. Le indagini sono partite grazie alle informazioni acquisite dai Carabinieri nel corso delle attività di controllo del territorio.

La conoscenza delle dinamiche delinquenziali e dei soggetti che ivi operano, hanno permesso di focalizzare l’attenzione su due uomini: C.V. classe ‘78 cittadino italiano residente a Barete e S.L.G. 19enne rumeno residente a Manara. Le attività di osservazione, i pedinamenti e le informazioni acquisite nel corso dei servizi di controllo del territorio, hanno permesso ai militari di acquisire importanti elementi probatori a carico dei soggetti, ritenuti entrambi potenziali detentori di sostanze stupefacenti per fini di spaccio. Ed è così che le perquisizioni domiciliari sono scattate in simultanea nel pomeriggio di ieri.

Le attività compiute hanno consentito di rinvenire e sottoporre a sequestro un discreto quantitativo
di marijuana e hashish. Nella circostanza, rinvenendo due bilancini di precisione, il materiale per il confezionamento e delle somme in denaro non giustificate (per un ammontare complessivo di 400 euro circa), i Carabinieri operanti hanno dimostrato che lo stupefacente fosse destinato alla vendita.

Al termine delle due operazioni, gli arrestati, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria Aquilana, sono stati ristretti in regime di arresti domiciliari, in attesa del giudizio per direttissima al quale verranno sottoposti nei prossimi giorni. L’operazione si inserisce in una più ampia attività di controllo finalizzata al contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti disposta dal Comando Provinciale Carabinieri di L’Aquila su tutto il territorio della provincia.