The news is by your side.

I consiglieri rassegnano le dimissioni, cade l’amministrazione di Nocciano guidata da Lorenzo Mucci

Nocciano. Il vicesindaco di Nocciano, Lorenza Valerio, e i consiglieri comunali Nino Marchionne, in carica per la maggioranza, Vincenzo Palumbo e Aldino Rasetta, esponenti dell’opposizione, hanno rassegnato stamane le proprie dimissioni, firmate dinanzi a un notaio, da consiglieri del Comune di Nocciano, determinando la caduta della stessa amministrazione comunale, guidata dal sindaco Lorenzo Mucci, che era stato eletto a maggio 2013. L’ormai ex primo cittadino sottolinea la “gravità del gesto compiuto”. “Oggi, con i colleghi Marchionne, Palumbo e Rasetta – afferma il vicesindaco Lorenza Valerio – ho deciso di rassegnare le mie dimissioni da consigliere comunale di Nocciano. Ho assunto tale determinazione, nella piena consapevolezza che tale atto porterà a una fine anticipata, seppur di pochi mesi, della consiliatura, per una serie di motivazioni gravi e fondamentali per il futuro del nostro territorio”. “La nostra decisione – aggiunge – si è resa necessaria per il bene di Nocciano: da vicesindaco non potevo più continuare a ignorare una gestione della ‘cosa pubblica’ priva di qualsiasi confronto e collegialità. Nocciano, di fatto, è scomparsa da qualsiasi atto di programmazione provinciale, regionale e nazionale, anche rispetto a Comuni delle stesse dimensioni o, addirittura, più piccoli. Ormai eravamo entrati nel clima del ‘tirare a campare’ nell’attesa delle elezioni. In sintesi, ritengo che tutte le promesse del sindaco Mucci siano state disattese”.

“Prendiamo atto della volontà del vicesindaco Valerio e del consigliere Marchionne – affermano i consiglieri Palumbo e Rasetta – che hanno avuto il coraggio e l’onestà di ammettere che il progetto della maggioranza attualmente in carica è ormai fallito. L’arrivo di un commissario, seppur per pochi mesi, è sicuramente una conseguenza per tutti noi non piacevole, benché necessaria, affinché Nocciano finalmente possa voltare pagina e tornare a crescere”. “Non posso non sottolineare la gravità del gesto compiuto dal vicesindaco Lorenza Valerio – commenta Mucci – che riporta il paese a un clima che sembrava ormai superato. A sei mesi dall’inizio ufficiale della campagna elettorale per le comunali la scelta del vice sindaco Valerio interrompe il cammino dell’amministrazione proprio nel momento in cui si stanno raccogliendo i frutti di un duro lavoro, raggiungendo straordinari successi che forse qualcuno preferisce celare agli occhi dei cittadini”. “Appare chiaro, alla luce dei tempi e delle modalità del gesto, che il vicesindaco Lorenza Valerio ha inteso anteporre le proprie ambizioni personali agli interessi dei noccianesi, trovando un’infelice collaborazione e complicità in una minoranza che si è sempre connotata, sin dall’inizio del mandato, per assenteismo, mancanza di proposte costruttive e sguardo sempre rivolto al passato. Ringrazio tutta la cittadinanza per la vicinanza sempre dimostrata e rassicuro tutti che noi continueremo a lavorare per il bene di Nocciano”, conclude il sindaco decaduto.