The news is by your side.

Carenze igieniche e cibi sequestrati, chiusi 2 fast food a Pescara. Operavano senza allaccio alla rete elettrica

Freezer e piastre erano alimentate, in forma discontinua, con un generatore mobile

Pescara. Due attivita’ chiuse e tre quintali di prodotti alimentari sequestrati per essere distrutti. E’ il bilancio dei controlli eseguiti dai carabinieri del Nas in alcuni fast food frequentati dagli studenti. In particolare, i militari, nella zona centrale di Pescara, hanno scoperto un fast food che operava senza allaccio alla rete elettrica: freezer e piastre erano alimentate, in forma discontinua, con un generatore mobile. Questo avrebbe compromesso non solo le condizioni igienico sanitarie dei locali, ma anche la tenuta della catena del freddo di prodotti carnei e vegetali custoditi in due congelatori. Pertanto, l’attivita’ e’ stata sospesa e oltre 200 kg di cibi precotti e semilavorati (patatine fritte precotte) sono stati vincolati per essere distrutti.

Nei locali e nel magazzino di un supermercato della provincia di Pescara sono state, invece, riscontrate carenze igieniche. Inoltre, alcuni prodotti dolciari erano scaduti. Il gestore dell’esercizio commerciale e’ stato sanzionato con una multa di oltre dieci mila euro, mentre gli alimenti scaduti sono stati sequestrati per essere distrutti. Nella periferia di Chieti, infine, i carabinieri del Nas e il personale della Asl hanno interdetto l’attivita’ di un bar tavola calda perche’ sono state riscontrate gravi carenze igieniche e strutturali di locali e attrezzature. La cucina, sottodimensionata rispetto alla mole di lavoro, era tenuta in pessime condizioni igieniche, con residui di lavorazione, piani di lavoro untuosi e sporco diffuso.