The news is by your side.

Il borgo di Civitella Alfedena rievoca la Natività e si trasforma in un presepe vivente

Civitella Alfedena. Dal 6 dicembre, con l’inaugurazione ufficiale nel pomeriggio, da parte del Vescovo di Sulmona, S.E. Mons. Michele Fusco e del Sindaco Dr. Giancarlo Massimi,il borgo aquilano si è trasformato in una piccola Betlemme. Come ogni anno, per mantenere viva la comunità, si è dato vita al tradizionale presepe in cartapesta a grandezza naturale su scala 1:1. Grazie all’impegno dei giovani nel valorizzare la cultura locale e il territorio tutto il borgo montano è diventato lo scenario per rappresentare la Natività.
Passeggiando per i vicoli ci si imbatte in tessitrici sedute e lavandaie alla fonte o cantori che portano serenate. Nella scalinata di Piazza Mercato, al centro del paese, ci si trova immersi nella antica vita pastorale con un gregge di pecore. Sulla via principale alcune cantine aperte mostrano antichi mestieri (il fornaio, il mugnaio, il falegname, il rustico, l’oste e altri lavori), che trovano la loro naturale collocazione in angoli caratteristici e tutti insieme recitano affollati episodi di vita quotidiana.
Oltre 200 sculture lungo la passeggiata che attraversa il borgo, realizzate con l’utilizzo dei materiali come la cartapesta, il legno, il ferro e la stoffa per gli abiti. Un appuntamento ormai classico nel panorama delle iniziative che si svolgono nel periodo natalizio. Si potrà visitare il presepe liberamente dalle ore 17:00 alle 23:00, fino al 6 gennaio 2020