The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Il Corno Grande del Gran Sasso è il pandoro d’Italia in uno scatto suggestivo che ha emozionato il web

Foto: Pino Marrocco‎

L’Aquila. Il Corno Grande del Gran Sasso è il pandoro d’Italia in uno scatto suggestivo. La foto, scattata da Pino Marrocco, ha emozionato il popolo del web.

Il Corno Grande, a 2mila e 912 metri sopra il livello del mare, è la cima più elevata del massiccio montuoso del Gran Sasso d’Italia e degli Appennini continentali, situato nell’appennino centrale abruzzese all’interno del territorio dei comuni di Pietracamela e Isola del Gran Sasso d’Italia e del parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, a sud del Corno Piccolo, da cui è separato dal Vallone delle Cornacchie. Al suo interno è stata istituita la Riserva Naturale del Corno Grande di Pietracamela.

La parete est della vetta orientale, localmente conosciuta come “il Paretone”, è aspra, rocciosa e incombe con un dislivello di circa 2mila metri sulle dolci colline teramane. Sul versante settentrionale, a una quota compresa tra i 2650 m e i 2850 m si estende il ghiacciaio del Calderone, il ghiacciaio più meridionale d’Europa. La vista dalla cima spazia a 360 gradi su tutte le altre cime del Gran Sasso d’Italia, su gran parte dell’Italia centrale, il mar Adriatico e gli altri grandi massicci e gruppi appenninici come il Terminillo, Monti Sibillini, Monti della Laga, Maiella, Velino-Sirente e  Monti Marsicani).

La prima ascesa sul Gran Sasso avvenne nel sedicesimo secolo: Francesco De Marchi, infatti, notò con interesse la cima abruzzese e dopo 30 anni di attesa e alla veneranda età di 69 anni, compì la sua prima scalata.