The news is by your side.

Il giornalismo piange Arturo Diaconale, Marsilio: ha sempre avuto l’Abruzzo nel cuore

Montorio Al Vomano. Si è spento nella notte a Roma il giornalista e portavoce della Lazio Arturo Diaconale. Aveva 75 anni e da diversi mesi lottava contro una grave malattia che lo aveva anche costretto a un intervento d’urgenza alla testa lo scorso maggio.

“Il mio cordoglio e quello dell’intera giunta regionale per la scomparsa di Arturo Diaconale”, scrive in una nota Marco Marsilio, governatore d’Abruzzo, “un giornalista che è partito giovane dalla sua Montorio al Vomano e che ha sempre avuto l’Abruzzo nel cuore. Prima Commissario straordinario poi presidente del Parco nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga ha lavorato per la sua terra contribuendo a far conoscere nel mondo le bellezze naturali di questo territorio. Alla sua famiglia le nostre più sentite condoglianze”.

 

“Con la morte di Arturo Diaconale l’Abruzzo perde una figura di primissimo piano e un riferimento centrale per lo sport, la cultura, il turismo”, scrive l’assessore regionale Guido Liris, “nonostante la sua carriera si sia sviluppata prevalentemente a Roma, non ha mai dimenticato la sua terra d’origine, sostanziando il suo impegno politico e amministrativo negli anni della presidenza del Parco nazionale Gran Sasso e Monti della Laga. Alla famiglia giungano le mie più sincere condoglianze”.