The news is by your side.

Il liquore al confetto e all’aglio rosso di Sulmona: parla il territorio!

Quali sono i primi due prodotti tipici che vi vengono in mente quando si parla di Sulmona? Nove su dieci risponderanno i confetti e l’aglio rosso. Tipicità del luogo figlie di una lunga storia e sapienti tradizioni artigiane. Ebbene, c’è chi, guardando al passato, prova a parlare al futuro con prodotti innovativi e originali: parliamo del Liquorificio Ovidio della famiglia Mariotti, che a partire da queste due eccellenze locali ha tirato fuori due liquori unici.

Le origini

Don Peppe Mariotti diede il via all’attività più di un secolo fa. Nel 1918, a Sulmona, gestiva il ristorante Italia. Qui, tra un piatto e un altro, tra una tovaglia imbandita con i gusti del tempo e un bicchiere di buon vino della casa, trovava diletto nel cimentarsi nella preparazione di infusi e liquori, assai apprezzati dagli avventori dell’epoca. Ancora oggi, all’interno dell’azienda, si possono ritrovare le tracce di questo passato, osservando gli strumenti che venivano utilizzati per misurare la gradazione alcolica dei liquori fatti in casa. A testimoniare la “fama” di allora, basti pensare che quando, nel 1923, Benito Mussolini andò in visita a Sulmona, in qualità di ministro della Repubblica Italiana, volle andare a visitare l’azienda: anche lui aveva saputo di quei fantastici liquori!

Passaggi generazionali e creatività

Don Peppe Mariotti concluse la sua esperienza alla guida del ristorante Italia molti anni dopo. “Mio padre prese in mano il liquorificio. Portò avanti l’attività con passione ed entusiasmo, ben consapevole che sarei subentrato io, la terza generazione della nostra famiglia a gestire l’azienda“, spiega Claudio Mariotti, che ci fornisce ulteriori informazioni sul percorso storico intrapreso. “Presi in mano questa attività circa 25 anni fa, puntando su liquori diversi dal solito, come quello al confetto, unico al mondo per marchio registrato e ricetta.

E’ molto particolare, ha richiesto diverso impegno per arrivare alle dosi giuste. Appena pubblicizzato fu ripreso anche dall’Ansa nazionale e sulla pagina del Messaggero “Gusto e Città”: “Chi visita Sulmona non andrà solo per i confetti ma troverà anche il liquore al confetto“, recitava l’articolo.

Un futuro tutto da scrivere

“Ora abbiamo creato un altro prodotto, ripreso da una vecchia ricetta dei frati celestini, a base di aglio rosso di Sulmona. E’ un prodotto d’eccellenza fatto solamente da noi. Come indicavano i frati, ogni anno andrebbe preso per curare l’organismo, grazie alle potentissime proprietà benefiche dell’aglio.

Siamo arrivati a un’ottima produzione anche di questo prodotto, che sta prendendo mercati insperati: lo spediamo negli Stati Uniti e in Giappone, ad esempio, dove sta avendo grande successo. E’ un progetto nato proprio sotto il periodo della pandemia: per essere anche un invito al benessere. “.

La mia ambizione è quella di continuare ad avere la capacità di sviluppare sempre un prodotto innovativo. Se tutti i liquorifici si focalizzassero su un prodotto unico, avremmo tutti delle peculiarità da esibire e quindi una maggiore diffusione di quelle che sono le tradizioni e le eccellenze della nostra regione.

Intanto, dal 2017 è partita anche la vendita online, attraverso il loro ecommerce. Amari, genziane, ginepro, grappe e vari tipi di liquori, quasi tutti ispirati alla tradizione abruzzese. Un legame con la propria terra che si esprime con creatività e passione immutata da oltre un secolo.