The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

“Il Mezzogiorno nell’Italia unita”, arriva ad Atri il convegno organizzato dal comitato del premio “Benedetto Croce”

Atri. Si terrà venerdì 2 ottobre, alle 10, presso il teatro comunale di Atri, il convegno “Il Mezzogiorno nell’Italia unita”, promosso dal comitato organizzatore del premio nazionale di cultura “Benedetto Croce” di Pescasseroli, in collaborazione con i comuni di Atri e Teramo; con le scuole Zoli e Illuminati di Atri, Moretti di Roseto e Melchiorre Delfico di Teramo; con l’Istituto per gli Studi Storici di Napoli e con il patrocinio della Regione Abruzzo.

L’evento, inserito tra le iniziative conclusive del lavoro delle giurie popolari del premio Croce, avrebbe dovuto avere luogo il 23 maggio scorso, ma l’emergenza sanitaria ha impedito lo svolgimento del convegno. Di qui la decisione di rinviare l’evento all’autunno, dopo la riapertura delle scuole, con il rispetto rigoroso di tutte le norme anti-Covid.

“Il convegno nasce come evento “storico”, con al centro il volume “Storia d’Italia dal 1870 al 1915” di Benedetto Croce; il fatto che la provincia di Teramo fosse stata l’ultima del Mezzogiorno a entrare nel Regno d’Italia, dopo la battaglia di Civitella del Tronto; gli effetti dell’unità sulle province meridionali; la nascita e l’affermazione della nuova classe dirigente unitaria” spiega il comitato del premio Croce. “Tutto questo rimane. Ma non si può fare a meno di rivolgere lo sguardo all’attualità, riflettendo sugli effetti della pandemia nel Mezzogiorno, sulla distribuzione dei fondi messi a disposizione dalla Unione Europea (il Recovery fund). Come rilanciare una nuova idea dell’Italia, quel “saremo tutti migliori” che dominava il dibattito tra uomini di cultura e politici nei mesi di marzo, aprile e maggio”.

Di tutto questo discuteranno i sindaci di Pescasseroli, Atri e Teramo, Luigi La Cesa, Piergiorgio Ferretti e Gianguido D’Alberto; i docenti universitari Emanuele Felice (D’Annunzio Chieti-Pescara) e Paolo Macry (Federico II di Napoli); l’onorevole Gianni Letta e il presidente dell’Associazione Bancaria Italiana (Abi) Antonio Patuelli. Coordina Evelina Frisa, giornalista. A conclusione, l’Accademia d’Abruzzo, sotto l’egida dell’Onu – United Nations Academy Impact conferirà ad Antonio Patuelli il premio per la “Divulgazione Scientifica 2020”. A consegnare il premio il professor Nicola Mattoscio, docente dell’università D’Annunzio di Chieti-Pescara e componente della giuria del premio Croce. In platea ci sarà una delegazione degli studenti dei quattro Istituti scolastici della Provincia di Teramo che collaborano con il Premio Croce di Pescasseroli