The news is by your side.

Il ministro della Sanità Grillo chiude punto nascita di Sulmona. Piacente (Pd): M5S? Campioni di incoerenza

Sulmona. Torna a far discutere la decisione assunta dal ministro della Sanità, Giulia Grillo, sulla definitiva chiusura del punto nascita di Sulmona. Decisione che, da parte del Pd, lascia molto sgomenti. “Una decisione che getta un discredito impareggiabile sul Movimento Cinque Stelle che per anni ha alimentato proteste e manifestazioni per poi cancellare definitivamente il punto nascita per mano di un suo autorevole Ministro”, afferma in una nota Francesco Piacente, segretario provinciale del Partito Democratico della Provincia dell’Aquila. “Tutti ricordano i toni truculenti con i quali gli esponenti grillini, a tutti i livelli, attaccavano il Governo e il Partito democratico negli anni scorsi, gridando allo scandalo: che fine hanno fatto gli agitatori di popolo grillini? Dove sono i Parlamentari e i Consiglieri regionali 5Stelle? Dov’è la Senatrice Di Girolamo? La verità è che la vicenda del punto nascita di Sulmona è solo una delle tante contraddizioni che si stanno manifestando in tutta la loro assurdità, di fronte ad un’azione del Governo nazionale incoerente e sconclusionata”, continua Piacente.

“Lo sanno bene gli operai dei cantieri autostradali che da mesi sono senza lavoro per le scelte scellerate del Ministero di Toninelli che, prima ha tentato lo scippo dei fondi Masterplan rimediando una figuraccia di livello nazionale, e ora si ostina a non sbloccare i fondi per la riapertura dei cantieri. Ma lo sanno molto bene anche gli operatori del diritto che, leggendo il contratto di governo giallo-verde erano stati illusi di vedere salvi i tribunali minori, prima di sentire, per bocca del ministro Bonafede, che sul contratto si è scherzato e, in realtà, non sarà salvato alcun ufficio giudiziario”, afferma il segretario Pd. Così come l’incredibile superficialità con cui la maggioranza parlamentare sta affrontando il tema della ricostruzione post-terremoto, esautorando di un ruolo fondamentale i Presidenti delle regioni interessate, nel silenzio generale dei parlamentari di Lega e 5stelle esponenti del territorio. Sono solo alcuni dei tanti esempi”, conclude il segretario provinciale Piacente, “che dimostrano l’inconcludenza di un Governo nazionale nemico dell’Abruzzo e che amplificano la gravità della pessima decisione sul punto nascita di Sulmona”.