The news is by your side.

Il Munda rischia la chiusura, direttrice Polo Abruzzo: “Se non decolla sarà condannato, costi troppo alti”

L’Aquila. “I dati dei nostri musei non sono in crescita e ci fanno preoccupare, e se questo museo in particolare, non riesce a decollare come meriterebbe di qui a qualche anno sarà condannato alla chiusura perché gli oneri per sostenerlo sono troppo alti”. Così la direttrice del Polo museale per l’Abruzzo Lucia Arbace nel corso di un incontro con la stampa convocato per fare il punto di fine anno ha annunciato il rischio di chiusura della sede provvisoria post-terremoto 2009 del Museo nazionale d’Abruzzo (Munda).

La struttura è ospitata all’ex mattatoio dopo lavori di riqualificazione in attesa che venga riparata la sede storica del Forte spagnolo cinquecentesco, alle prese con lungaggini nell’ambito dei lavori di ricostruzione. Arbace, che si è commossa ricordando il secondo compleanno del Museo Munda nella nuova sede dell’ex mattatoio, ha raccontato i “tanti commenti di aquilani e visitatori di tutto il mondo nel libro visite, al 99,9% entusiasti di trovare qui capolavori assoluti e inaspettati. “Il sentimento più significativo è la sorpresa – ha rilevato – perché nessuno si aspetta che l’Abruzzo abbia questi tesori”. La giornata record al Munda è stata di 350 accessi, ha spiegato, ma per il resto la struttura è in crisi di afflusso come anche l’Abbazia di Sulmona.