The news is by your side.

Il presidente Marsilio in occasione dell’incontro con il ministro Boccia: bisogna garantire diritti essenziali

L’Aquila. “Bisogna lavorare concedendo velocemente, nell’ambito del dettato costituzionale, l’autonomia alle regioni che la meritano e sono pronte a poterla esercitare e, di pari passo,
assicurare a tutti i cittadini e a tutti i restanti territori le misure e i servizi essenziali a garantire i diritti minimi di cittadinanza”.

Lo ha dichiarato il presidente della regione Abruzzo, Marco Marsilio, ai margini dell’incontro che il neo ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, ha avuto questa mattina a Roma, presso la conferenza delle Regioni. Si è trattato del primo confronto istituzionale del neo ministro con tutti i presidenti delle Regioni, nel corso del quale è stato centrale il tema del percorso da perseguire per garantire le autonomie e i servizi minimi essenziali ai cittadini di tutti i territori.

Secondo il presidente Marsilio, si tratta di “un percorso che si può svolgere parallelamente, senza mettere vincoli sul prima e sul dopo. Continuare a tenere bloccata la dialettica con le Regioni che hanno chiesto l’autonomia, in attesa di non si sa bene che cosa e sul quando finisca un percorso, chiaramente produce lo strappo che abbiamo visto in questi anni. Non ci sarebbero stati i referendum in Lombardia e in Veneto, ha concluso Marsilio, se il Governo nazionale avesse dato attuazione per tempo e per modo alle misure che sono già contenute nella nostra normativa”.