The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Il Treno Verde arriva a Pescara, a bordo due passeggeri speciali: agricoltura e alimentazione

Pescara. Un viaggio speciale dedicato all’agricoltura e all’alimentazione di qualità: il Treno Verde, storica campagna nazionale di Legambiente e Gruppo Ferrovie dello Stato, cambia ‘declinazione’ in vista di Expo Milano 2015. Il convoglio, come ogni anno, farà tappa anche in Abruzzo. Pescara - Treno VerdeL’appuntamento è a Pescara, domani e venerdì, al binario 1 della Stazione centrale. Il motto di questa edizione è “Tornare alla terra per seminare futuro”, proprio per sottolineare l’importante ruolo dell’agricoltura di qualità e delle buone pratiche ambientali e sociali. Ad illustrare in conferenza stampa le iniziative in programma nell’ambito della tappa abruzzese sono stati l’assessore regionale all’Ambiente, Mario Mazzocca, quello all’agricoltura, Dino Pepe, il presidente di Legambiente Abruzzo, Giuseppe Di Marco, e il responsabile nazionale politiche sociali del Gruppo Fs Italiane, Fabrizio Torella. Quella abruzzese sarà la terza tappa del Treno Verde, che fino all’11 aprile effettuerà 15 ‘fermate’, per far conoscere e riscoprire la bellezza e l’eccellenza dei territori, ma soprattutto per raccontare le migliori esperienze dell’agricoltura italiana di qualità in viaggio verso Expo. A Pescara il convoglio ambientalista, la tappa è stata organizzata con il patrocinio del Consiglio Regionale, delle quattro Province e del Comune di Pescara, sarà aperto al pubblico domani e venerdì dalle 8,30 alle 13 per le classi scolastiche e dalle 16 alle 19 per il pubblico. Durante la due giorni saranno presenti, nella sala espositiva di Rfi, numerose aziende locali con i loro prodotti. Previsti anche laboratori in stazione sui cereali, miele, biscotti e lana. L’inaugurazione ci sarà domani alle 10 alla presenza degli ‘Ambasciatori del Territorio’ abruzzesi, grande novità di questa edizione 2015 promossa da Legambiente e Alce Nero. Il primo giorno, all’arrivo del treno sul binario 1 della stazione centrale, ci sara’ la presentazione dei prodotti e degli “ambasciatori del territorio” cioe’ tutte quelle realta’ agricole che producono nel rispetto del patrimonio ambientale, sociale e culturale. Ci sara’ un dibattito sul tema “La terra che vogliamo” e i produttori firmeranno un “manifesto dell’agricoltura”, che punta al biologico. La seconda giornata sara’ improntata sugli show cooking con gli Istituti alberghieri e con l’associazione In Campo, per riscoprire antiche ricerche, e si parlera’ de “L’Abruzzo terra dei parchi”. Ci saranno, tra gli altri, i rappresentanti della Fondazione Fs Italiane. In merito al turismo nelle aree verdi sara’ affrontato il “caso” di successo della Sulmona-Castel di Sangro-Carpinone. Nella due giorni saranno coinvolti gli studenti, le aziende avranno la possibilita’ di esporre e si susseguiranno dei laboratori sui prodotti della terra, e non solo. Fabrizio Torella, responsabile Politiche sociali del Gruppo Fs Italiane, ha ricordato le iniziative promosse sul tema ambientale tra cui l’attivazione alla stazione di Pescara del Centro sostenibilitA  che rappresenta “una casa della cultura ambientale”, oltre all’utilizzo delle stazioni, in comodato d’uso, per attivita’ sociali e ambientali.