The news is by your side.

In Abruzzo a Natale e Capodanno trionfa la solidarietà veicolata sui social network

L’Aquila. Un nuovo anno è appena cominciato, e come di consueto, è il momento giusto per tracciare un bilancio di queste festività appena trascorse. In Abruzzo il Natale 2015 e il Capodanno 2016 sono stati sicuramente all’insegna della solidarietà; una solidarietà veicolata soprattutto attraverso i social network. Tanti i consensi ricevuti nella nostra regione dalla campagna di sensibilizzazione #buttaibotti lanciata della LDNC, Lega Nazionale per la Difesa del Cane, che i primi cittadini dei principali comuni abruzzesi hanno trasformato in ordinanze come avvento a Pescara, Montesilvano, Francavilla al Mare, Pineto, Silvi, Giulianova,te lo regalo in Abruzzo L’Aquila, Sulmona, Avezzano, Teramo e Chieti, con il divieto di materiali esplodenti in questa notte di San Silvestro appena trascorsa. Un’iniziativa lodevole volta a far trascorrere un Capodanno in tranquillità anche agli amici a quattro zampe, ma che sicuramente ha contribuito anche a ridurre anche quegli incidenti che spesso rattristano il primo giorno dell’anno. In occasione del Natale, invece,  sono diversi i gruppi nati su facebook che hanno data vita ad un vero e proprio scambio di regali solidali. “Te lo regalo in Abruzzo” è un gruppo in cui le persone regalano oggetti di vario genere a chi è disposto ad andare a prenderli con i propri mezzi. Una rete nazionale divisa in regioni che permette sia di donare sia di rinnovare casa a costo zero e che in Abruzzo conta 633 membri. “Regaliamo cose che non usiamo” è il gruppo virtuale che con i suoi 1160 membri pone l’accento sul donare e ricevere, due gesti molto frequenti nella vita quotidiana e forse per questo sottovalutati. “Donare è un gesto semplice, spontaneo che rende felice chi lo fa ma anche chi lo riceve”. Ma qual’è il vero significato del dono? si chiede l’amministratore della pagina. “Il dono è un gesto straordinario, capace di creare legami tra le persone, infatti, chi riceve un dono è portato a ricambiare con altrettanta generosità creando il circuito del donare, ricevere e ricambiare, tre azioni fortemente legate tra loro che si ripetono in modo libero e continuo e stabiliscono rapporti interpersonali di fiducia e di aiuto reciproci. Donare è la solidarietà che si manifesta tra i componenti di una famiglia…di un gruppo…come il nostro…è il regalo fatto ad una persona cara o a una persona sconosciuta; è il volontariato che s’impegna nei confronti degli ammalati, degli anziani, del degrado ambientale; è l’aiuto dato, durante le catastrofi naturali, alle persone private dei loro affetti, delle loro abitazioni ecc…insomma alle persone che sono più bisognose. Un gesto semplice e gratuito che crea un legame duraturo anche tra persone sconosciute e lontane”.  Con la speranza che la solidarietà in tutte le sue molteplici forme possa caratterizzare questo 2016 appena cominciato ! @fededimarzio84