The news is by your side.

In arrivo accordo tra Ruzzo e commissario Gran Sasso: avviata da subito collaborazione operativa

Teramo. La collaborazione tra il commissario straordinario per il Gran Sasso Corrado Gisonni e la Ruzzo Reti si strutturerà presto con un accordo ufficiale volto a mettere a disposizione della struttura commissariale le competenze della struttura amministrativa dell’acquedotto per l’appalto della progettazione dei lavori di messa in sicurezza dell’intero sistema idrico. Ad annunciarlo, questa mattina, lo stesso commissario Gisonni in una conferenza stampa nella sede della Ruzzo Reti.

“Nella vicenda del Gran Sasso non ci potrà mai essere una soluzione definitiva senza la partecipazione collaborativa di tutti i soggetti coinvolti”, ha detto Gisonni, “con la Ruzzo Reti abbiamo fin d subito avviato una collaborazione operativa con azioni concrete come ad esempio il recupero di un cunicolo che fu oggetto di ispezione da parte del Noe di Pescara a gennaio di quest’anno e quanto prima provvederemo a strutturare formalmente questa collaborazione, non sappiamo ancora se con una convenzione o con altre forme”. A spiegare in cosa consisterà il supporto del Ruzzo è stata la presidente dell’acquedotto Alessia Cognittti.

“Tecnicamente supporteremo al struttura commissariale nella fase progettuale”, ha spiegato, “con la nostra struttura amministrativa e tecnica per giungere il più rapidamente possibile alla chiusura dei lavori. Ad esempio noi abbiamo già un ufficio appalti strutturato di cui eventualmente il commissario potrà avvalersi nelle attività connesse alla progettazione. Se questo primo step darà risultati positivi si potrà poi pensare di estendere la collaborazione anche ai lavori stessi”. Nel corso della conferenza il commissario ha poi evidenziato come da elementi acquisiti informalmente la data del 31 dicembre stabilita per la rimozione delle sostanze stoccate sotto il Gran Sasso difficilmente sarà rispettata.

“Se fossero rimosse entro il 32 gennaio mi riterrei moderatamente soddisfatto”, ha concluso, “l’importante è che si parta. In ogni caso farò ogni forma di pressione affinché la scadenza venga rispettata il più possibile”.