The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

In dieci scuole pescaresi sventolano nuove bandiere italiane ed europee, il Comune: pronti a distribuirne altre

Pescara. «La sostituzione delle bandiere logore e scolorite davanti alle scuole cittadine è stata avviata con tempismo, rispondendo non solo a un preciso obbligo di legge ma anche al decoro e al rispetto di simboli istituzionali che rappresentano la nostra identità di cittadini italiani e di europei». Il vice sindaco e assessore alla Pubblica istruzione Gianni Santilli ha infatti già provveduto all’invio delle nuove bandiere a dieci scuole (Mazzini, Colle Pineta, Ilaria Alpi, Cascella, Foscolo, Infanzia Colle Innamorati, Bosco Cep, Largo Madonna, Carducci, Gescal) per le quali si era manifestata l’esigenza di provvedere al più presto. 

«Per le altre scuole il Comune è a disposizione a richiesta dei presidi che avvertano il dovere di segnalare lo stato di fatto e provvedere a rimpiazzare il tricolore italiano e la bandiera dell’Unione europea. In ogni caso – così Santilli – mi riservo di intervenire personalmente qualora ravvedessi situazioni che rendano indifferibile e necessaria la sostituzione. Va ricordato che Pescara, lo scorso 7 gennaio, ha celebrato per la prima volta in forma ufficiale la Giornata del Tricolore, istituita con la legge 671 del 31 dicembre 1999, e che la bandiera è un emblema dell’identità nazionale, come stabilito anche dalla Costituzione nell’articolo 12. L’amministrazione comunale è sensibile a questi aspetti che investono anche la formazione culturale e civica dei nostri ragazzi e presta pertanto la massima attenzione affinché gli edifici abbiano le opportune dotazioni. Confidiamo altresì nella piena collaborazione di presidi, docenti e genitori e risponderemo alle sollecitazioni a intervenire»