The news is by your side.

In tribunale arrivano due stanze protette per le donne vittime di violenza, l’iniziativa del presidente Bozza e del Rotary Club di Pescara

Pescara. Il 24 gennaio 2020, alle 10.00, presso il tribunale di Pescara (sezione penale, piano terra, aula collegiale numero 1) verrà presentato il primo service che il Rotary Club di Pescara ha previsto di realizzare nel suo programma per l’anno rotariano 2019/2020.

Un’iniziativa sviluppata sulla base dell’indicazione fatta pervenire al Club Rotary, presieduto da Michele Serra, da uno dei vertici delle istituzioni locali, il presidente del tribunale di Pescara Angelo Mariano Bozza.

In particolare, il presidente Bozza aveva chiesto al Club Rotary di realizzare l’arredo di due stanze, che verranno identificate con targa recante il logo Rotary, da mettere a disposizione delle donne che hanno subito violenza, in occasione dei processi e, in particolare, nella fase di ascolto delle stesse in qualità di parti offese o testimoni nelle cause penali. Ciò al fine di evitare che siano costrette a condividere gli spazi destinati agli altri testimoni, spesso legati alla figura dell’imputato.

Il Rotary di Pescara ha condiviso con entusiasmo questa esclusiva opportunità, essendo nei compiti dello stesso andare incontro alle giuste richieste che pervengono dalla nostra comunità. Nei prossimi mesi verranno completati gli altri due service, uno con l’acquisto di attrezzature per il reparto Ortopedia dell’ospedale civile di Pescara e l’altro con la 2^ edizione del premio D’Annunzio, che vede coinvolti gli alunni delle scuole superiori di Pescara.

E’ del tutto evidente che vista  l’importanza dell’evento ci sarà una presenza numerosa dei Soci e ciò al fine di condividere un service che recherà negli anni un aiuto significativo a tutte quelle donne che, dopo aver subito le atroci sofferenze derivanti da crimini abietti, potranno essere quanto meno

alleviate nel momento più delicato della loro richiesta di giustizia.