The news is by your side.

Inaugurato a Pescara il polo laboratoriale “l’Officina del Gusto” all’Istituto Alberghiero De Cecco

Pescara. Inaugurato a Pescara il Polo Laboratoriale “Officina del Gusto” dell’Istituto Alberghiero De Cecco. I nuovi laboratori sono intitolati all’ex sindaco di Pescara Giuseppe D’Incecco, fondatore e primo preside dell’Istituto. Al taglio del nastro, questa mattina, hanno partecipato la dirigente dell’Istituto Alberghiero, Alessandra Di Pietro, il presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco, l’on. Vittoria D’Incecco, figlia del fondatore dell’alberghiero, il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, il direttore dell’Ufficio Scolastico Provinciale, Maristella Fortunato, e l’ispettore dell’Ufficio Scolastico Regionale Carlo Di Michele. Presenti anche il prefetto Gerardina Basilicata, il presidente del Consiglio comunale, Francesco Pagnanelli, il senatore Luciano D’Alfonso e il comandante provinciale dei carabinieri di Pescara Marco Riscaldati.

I nuovi laboratori sono stati intitolati al prof. D’Incecco dalla Provincia di Pescara con decreto n. 61 del 5 ottobre 2018. “Considerato che – si legge nel decreto – il prof. Giuseppe D’Incecco e’ stato una personalita’ di rilevo per tutta la collettivita’ abruzzese in considerazione dei ruoli ed incarichi ricoperti nonche’ dell’impegno profuso in ambito intellettuale ed amministrativo della Citta’ di Pescara della quale e’ stato eletto anche sindaco”. “Oggi l’Ipssar De Cecco – ha affermato la preside nel corso della manifestazione – conquista il piu’ importante dei suoi spazi vitali: laboratori moderni, sicuri e funzionali, essenziali per una formazione professionale di eccellenza. Infatti, grazie a finanziamenti straordinari della Regione, nell’ambito dei Programmi comunitari, si e’ potuto dotare questo polo laboratorIale di attrezzature di assoluta avanguardia”.

“Questo Istituto – ha evidenziato il presidente Di Marco – ora ha le conduzioni per essere riferimento dell’Abruzzo”. “Mio padre – ha sottolineato Vittoria D’Incecco – diceva che i figli sono pezzi di cuore e questa creatura era una sua figlia. Era nel suo cuore”. “Rivolgo a nome di tutta la famiglia – ha detto Marzia D’Incecco, nipote del fondatore dell’Istituto – i complimenti per l’opera realizzata, frutto di uno sforzo organizzativo, di lavoro di squadra, di un importante coinvolgimento di uomini e di risorse. Ringrazio il presidente Antonio Di Marco, la dirigente scolastica Alessandra Di Pietro e tutti coloro che hanno contribuito a questo riconoscimento, ricordando le origini della nascita di questo Istituto, dedicando a colui che ne e’ stato il padre fondatore e suo primo preside. La creazione dell’Istituto Alberghiero – ha aggiunto – e’ stata una sfida ed un’impresa, poiche’ all’epoca si trattava di un’istituzione e di un percorso professionale del tutto sconosciuto sul territorio. Questo Istituto e’ nato non solo per la visione che Giuseppe D’Incecco aveva riguardo alla vocazione turistica di Pescara e dell’Abruzzo, ma anche per la capacita’ di trasmettere entusiasmo e fiducia ad un piccolo ma illuminato gruppo di insegnanti, di ragazzi e di famiglie, veri pionieri di una attivita’ allora del tutto nuova. La scommessa – ha concluso Marzia D’Incecco – e’ stata ampiamente vinta, perche’ i talenti di quei ragazzi e del corpo insegnante hanno reso grande e rispettabile questa scuola e hanno posto le basi solide per la crescita che tuttora vediamo con orgoglio e soddisfazione”.