The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Inaugurato un nuovo reparto di Radiologia nel distretto di Pescara nord

Pescara.  Inaugurato un nuovo reparto di Radiologia nel distretto di Pescara nord.Un apparecchio radiologico polifunzionale digitale e un mammografo per acquisizione digitale diretta. Sono le apparecchiature del Servizio di Radiologia dell’Area distrettuale Pescara Nord inaugurato dal manager della asl del capoluogo adriatico, Claudio D’Amario. Presenti, tra gli altri, anche Mario Olivieri, presidente della Commissione Sanita’ della Regione Abruzzo, e la direttrice del Distretto, Lucia Romadini, che mercoledi’ assumera’ l’incarico di direttore sanitario della Asl di Pescara in sostituzione di Fernando Guarino,ospedale-corsia in pensione dal 17 marzo prossimo. Per l’occasione e’ stata anche presentata l’Urologia Territoriale, diretta da Giuseppe Di Giovacchino. Per quanto riguarda il mammografo, e’ concepito per garantire la massima qualita’ e la minima dose per la paziente. Si tratta di una mammografia tridimensionale ad alta definizione che aumenta anche l’accuratezza diagnostica. L’apparecchio radiologico polifunzionale digitale e’ dotato di un sistema di collimazione dell’immagine intelligente per posizionare al meglio l’immagine sullo schermo. Il collimatore automatico contribuisce a migliorare l’accuratezza dell’immagine e a ridurre la dose per ogni radiografia. Entrambe le apparecchiature, che sono state acquistate con fondi dello Stato, sono collegate al sistema RIS-PACS aziendale per gestire il flusso dei dati legati ai pazienti e per trasportare e archiviare le immagini.”Con questa inaugurazione – ha detto D’Amario – completiamo il progetto avviato tre anni fa relativo alla territorializzazione di numerose attivita’ specialistiche. Affinche’ il paziente si rivolga sempre meno all’ospedale per i controlli delle patologie croniche o finalizzati alla prevenzione, abbiamo bisogno di delocalizzare sul territorio e nei distretti le tecnologie di primo livello diagnostico e una serie di attivita’ ambulatoriali specialistiche. Noi oggi in questo distretto – ha sottolineato- rendiamo completa l’offerta di diagnostica territoriale e di attivita’ specialistica e, in futuro, con l’ingresso delle cure primarie, della pediatria di base e della guardia medica, creeremo una vera e propria Unita’ complessa di cure primarie. In questo modo – ha concluso – si contribuisce anche a ridurre le liste di attesa”. (AGI) Pe2/Pgi