The news is by your side.

Inchiesta L’Aquila, 15 mila euro in contanti sequestrati a due dipendenti del Mibact

L’Aquila. I carabinieri del Nucleo investigativo del reparto operativo dell’Aquila hanno effettuato ulteriori acquisizioni documentali al Mibact e sequestrato circa 15mila euro in contanti nelle abitazioni di due dipendenti. L’inchiesta, fino ad ora, ha portato all’arresto di 10 persone, 5 interdizioni temporanee dal lavoro e 35 indagati a piede libero. Secondo il quadro accusatorio, alcune ditte si sarebbero garantite l’assegnazione di gare d’appalto con ribassi particolarmente cospicui, ottenendo successivamente il recupero, attraverso il riconoscimento di varianti in corso d’opera. Ad inchiodare gli indagati sarebbero intercettazioni telefoniche e ambientali, video e foto che dimostrerebbero le dazioni per vincere gli appalti.

I reati ipotizzati, a vario titolo, verso funzionari pubblici, imprenditori e professionisti sono di concorso in corruzione per l’esercizio della funzione, corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio, turbata liberta’ degli incanti, falsita’ materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, falsita’ ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, soppressione, distruzione e occultamento di atti veri.